Diritto e Fisco | Articoli

Assunzione agevolata: cosa vuol dire e come funziona?

21 Dicembre 2020
Assunzione agevolata: cosa vuol dire e come funziona?

Lo Stato incentiva le imprese ad assumere i dipendenti attraverso strumenti di agevolazione.

La nostra Costituzione prevede che i cittadini abbiano il diritto al lavoro. Tale disposizione è stata interpretata nel senso che lo Stato deve cercare di stimolare l’economia al fine di favorire il pieno impiego. Uno dei maggiori strumenti utilizzati per incentivare le aziende ad assumere i dipendenti è rappresentato dall’assunzione agevolata. In questo articolo vedremo cosa vuol dire e come funziona tale istituto.

Come vedremo, sono diversi gli strumenti di incentivazione che possono essere messi in campo per spingere le imprese ad assumere i lavoratori. Nella gran parte dei casi, l’agevolazione consiste in uno sconto totale o parziale sui contributi previdenziali.

Cosa sono le assunzioni agevolate?

Nel nostro ordinamento, il mercato del lavoro è regolato dal principio del libero incontro tra domanda e offerta di lavoro. Tuttavia, la Costituzione [1] prevede che tutti i cittadini hanno diritto ad avere un’occupazione e, proprio per questo, lo Stato deve adottare delle politiche volte a tenere la disoccupazione ai minimi termini.

Proprio a tal fine, lo Stato interviene spesso nel mercato del lavoro al fine di agevolare i datori di lavoro che assumono i dipendenti. In alcuni casi, le assunzioni agevolate riguardano alcune specifiche categorie di lavoratori per i quali è particolarmente forte il rischio di esclusione dal mercato del lavoro. In altri casi, invece, l’assunzione agevolata è generalizzata e si applica a prescindere dal soggetto che viene assunto.

La legge [2] indica i principi generali e le condizionalità che devono essere applicate a tutte le ipotesi di assunzione agevolata. In particolare, l’incentivo all’assunzione è fruibile dal datore di lavoro solo se:

  • non vi è, nell’unità produttiva, sospensione o riduzione dell’attività lavorativa a causa di crisi o riorganizzazione aziendale;
  • non c’è coincidenza negli assetti proprietari tra il nuovo ed il precedente datore di lavoro, in caso di lavoratori licenziati nei sei mesi precedenti rispetto all’assunzione;
  • la comunicazione obbligatoria di assunzione viene inviata nel rispetto dei termini di legge (ossia, 24 ore prima dell’inizio dell’attività lavorativa);
  • il datore di lavoro è in regola con le proprie obbligazioni contributive;
  • il datore di lavoro rispetta le norme poste a tutela dell’occupazione dalla legge e dai contratti collettivi;
  • il datore di lavoro rispetta le norme relative alla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Assunzione agevolata: in cosa consiste?

Le modalità scelte dal legislatore per stimolare i datori di lavoro ad assumere personale sono le più disparate.

Solitamente, lo strumento maggiormente utilizzato per incentivare l’assunzione dei lavoratori è la riduzione del costo del lavoro. Tale obiettivo viene perseguito, nella gran parte dei casi, prevedendo una riduzione o un azzeramento degli oneri previdenziali a carico del datore di lavoro che assume un lavoratore in un determinato periodo temporale indicato dalla legge.

Come abbiamo detto in premessa, talvolta la possibilità di fruire dell’assunzione agevolata è subordinata al possesso, da parte del lavoratore che viene assunto, di determinati requisiti soggettivi. Ad esempio, spesso sono previste agevolazioni per assumere giovani, oppure lavoratori over 55, oppure, ancora, le persone che risiedono in una regione particolarmente depressa dal punto di vista economico. Nei prossimi paragrafi, vedremo quali sono le principali assunzioni agevolate previste nel 2020.

Io lavoro: cos’è?

Io lavoro è un agevolazione predisposta dall’Anpal per l’assunzione di lavoratori a rischio di esclusione dal mercato del lavoro. Tale agevolazione consiste in uno sgravio contributivo pari ad euro 8.060 annui da riparametrare su una durata massima di 12 mesi.

Contratto di apprendistato: gli sgravi nel 2020

L’assunzione di giovani lavoratori con contratto di apprendistato è stata sempre caratterizzata dalla previsione di sgravi contributivi a favore del datore di lavoro. In particolare, la legge di bilancio 2020 ha introdotto la possibilità per il datore di lavoro che assume un lavoratore con contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale nel periodo compreso tra il primo gennaio e 31 dicembre 2020 di ottenere uno sgravio contributivo del 100% nei primi tre anni di contratto.

Sgravio per l’assunzione di lavoratori under 35

La legge [3] prevede un riduzione del 50% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, fino ad un massimo di euro 3.000 annui, per un periodo massimo di 36 mesi, per l’assunzione di giovani che non hanno ancora compiuto 35 anni e che vengono assunti con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

Oltre alle predette tipologie di assunzione agevolata ricordiamo che è sempre prevista un’incentivazione per l’assunzione di lavoratori che stanno percependo l’indennità di disoccupazione Naspi o che sono stati sospesi e collocati in cassa integrazione guadagni straordinaria (Cigs). Inoltre, sono previsti incentivi per le assunzioni nelle regioni del Sud e per i beneficiari del Reddito di cittadinanza.


note

[1] Art. 4 Cost.

[2] Art. 31 D. Lgs. 150/2015.

[3] Art. 1 co. 100-107, L. 205/2017.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube