Diritto e Fisco | Articoli

Se un socio muore, che sorte hanno le sue quote?

7 Novembre 2020
Se un socio muore, che sorte hanno le sue quote?

Il socio accomandatario di una s.a.s. muore. Tra i soci superstiti ci sono anche suoi eredi ed è nato un contenzioso sulla sorte delle quote del socio deceduto. Nel frattempo le quote del socio mancato vanno o no considerate per determinare le maggioranze in assemblea?

Do per scontato che la società non abbia uno statuto e che, quindi, non esistano norme per il funzionamento interno diverse da quelle contenute nell’atto costitutivo da me visionato.

Fatta questa premessa, occorre dire innanzitutto che l’atto costitutivo della s.a.s. in questione stabilisce come modello di amministrazione l’amministrazione disgiuntiva (come peraltro prevede l’articolo 2257 del Codice civile applicabile anche alle s.a.s. in base al rinvio contenuto nell’articolo 2315 del Codice civile).

Questo vuol dire che le decisioni necessarie ed utili per la vita della società possono essere adottate anche dal singolo socio (o da un gruppo di soci e non da tutti insieme) disgiuntamente rispetto agli altri.

Quindi il singolo socio o più soci che vogliano adottare una decisione ed avviare un’operazione possono farlo disgiuntamente dagli altri, ma siccome la legge (l’articolo 2257 del Codice civile) riconosce a tutti i soci amministratori il diritto di opporsi all’operazione decisa dagli altri, il socio o i soci che vogliano avviare un’operazione devono informarne preventivamente gli altri affinché, se vi è contrasto sul fare o meno l’operazione, la decisione sia adottata a maggioranza (calcolata secondo la quota di partecipazione agli utili attribuita a ciascun socio).

La legge in generale e l’atto costitutivo della s.a.s. in questione non prevedono l’assemblea, ma in qualsiasi modo la si voglia chiamare, la riunione dei soci per discutere sull’operazione decisa da alcuni e su cui altri fanno opposizione dovrà decidere (come impone l’articolo 2257 del Codice civile) a maggioranza calcolata secondo la quota di partecipazione agli utili attribuita a ciascun socio.

La questione relativa alle quote del socio defunto (in assenza di clausole di continuazione ed in assenza di alcun accordo tra i soci o di provvedimenti della magistratura), e cioè se ed in che modo si debbano considerare le quote sociali appartenute al socio deceduto nel momento in cui occorra adottare una decisione, ha avuto una risposta in dottrina.

Il Consiglio Nazionale del Notariato, nello studio n. 61 del 2020/I, si è espresso in merito alle quote di socio defunto (nell’ipotesi di acquisto di quote da parte degli eredi non ancora depositato presso il registro delle imprese) e ha chiarito che la partecipazione del socio defunto non può essere considerata quiescente e dovrà essere computata nel calcolo dei quorum costitutivi e deliberativi.

Questa posizione si può in via analogica applicare anche al caso in cui sulla quota del socio defunto esista una controversia e non vi sia né accordo dei soci superstiti in merito, né alcuna decisione della magistratura.

Quindi se per approvare una decisione occorre raggiungere una qualsiasi maggioranza la delibera potrà ritenersi validamente assunta se il voto favorevole degli altri soci consenta comunque di raggiungere le maggioranze richieste (ma la quota del socio defunto dovrà essere comunque presa in considerazione).

In altri termini se con i voti dei soci favorevoli si raggiunge comunque la maggioranza richiesta, la decisione sarà valida.

Articolo tratto alla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube