Questo sito contribuisce alla audience di

Bonus cashback: ok del Consiglio di Stato

6 Novembre 2020 | Autore:
Bonus cashback: ok del Consiglio di Stato

Parere favorevole sul rimborso spese del 10% a chi compra pagando con strumenti elettronici, ma sarà indispensabile usare l’app Io.

Un importante passo avanti verso il cashback, il rimborso spese del 10% per chi paga in moneta elettronica i propri acquisti: oggi, il Consiglio di Stato ha dato via libera allo schema di regolamento predisposto dal Governo.

Dall’assemblea consultiva di palazzo Spada arriva una sola indicazione per il ministero dell’Economia, che sta mettendo a punto il Decreto ministeriale attuativo: la procedura dovrà funzionare soltanto attraverso l’app Io, quella che ha ottenuto il parere favorevole del Garante privacy.

Così potrà ottenere il bonus solo chi si registra a questa applicazione (la stessa già utilizzata per il bonus vacanze), associando al proprio codice fiscale una o più carte di credito o di debito (Bancomat e Postamat) e il codice Iban sul quale ricevere i rimborsi.

Il bonus rimborserà in denaro, con accredito sul conto corrente o sulla carta utilizzata per il pagamento, il 10% della somma spesa, ma occorrerà realizzare almeno 50 transazioni elettroniche per ogni semestre (anche con carte diverse, purché intestate allo stesso contribuente).

Attenzione: non sarà possibile arrivare a questa soglia effettuando pochi acquisti di grosso valore, come ad esempio un orologio di marca: le 50 operazioni di acquisto elettronico dovranno essere diverse, a prescindere dal loro importo. Vale quindi anche il caffè al bar, se sarà pagato con bancomat o carta.

Il massimo rimborso ottenibile sarà di 150 euro per chi avrà speso almeno 1.500 euro nei 6 mesi di riferimento e, dunque, si vedrà restituito il 10% della somma spesa, con un accredito automatico. Perciò, si potrà ricevere fino a 300 euro all’anno, spendendone 3.000 in moneta elettronica.

Sono invece del tutto esclusi dal rimborso i pagamenti effettuati in contanti ed anche gli acquisti online: l’incentivo vuole premiare chi paga con strumenti elettronici comprando presso negozi fisici.

Il Consiglio di Stato ha anche formulato un interrogativo al Governo: dovrà precisare cosa intende per «medesimo acquisto», cioè se questa espressione riguarda un bene singolo oppure l’acquisto simultaneo di vari prodotti nello stesso negozio. E raccomanda attenzione anche sui «frazionamenti artificiosi dei pagamenti»: bisognerà chiarire quando un pagamento potrà considerarsi tale (ad esempio, suddividendo un’operazione unica in più parti per “aiutare” il contribuente ad arrivare al numero di 50 transazioni necessarie).

Quanto ai tempi, il Governo intende partire a dicembre in modo da coprire il periodo intenso degli acquisti natalizi; il primo cashback sui pagamenti eseguiti dovrebbe arrivare a fine febbraio e valere (in deroga alla regola semestrale) fino a 150 euro per le spese effettuate nel trimestre da dicembre 2020 a febbraio 2021. Si attende nei prossimi giorni il provvedimento definitivo, insieme a quelli collegati e che vanno sempre nella direzione di favorire l’uso della moneta elettronica al posto del contante, come la lotteria degli scontrini.



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. vorrei sapere se il pagamento delle bollette rientra tra le spese che concorrono al beneficio ed anche le carte dei supermercati con addebito sul conto corrente. Grazie

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube