Diritto e Fisco | Articoli

La prima casa non si pignora con effetto retroattivo

17 dicembre 2013


La prima casa non si pignora con effetto retroattivo

> Diritto e Fisco Pubblicato il 17 dicembre 2013



L’unico immobile di residenza non può essere pignorato neanche se l’esecuzione forzata è stata avviata da Equitalia prima dell’approvazione del Decreto del Fare.

E retroattività fu. Per tutti coloro che sono stati così sfortunati da vedersi pignorata, da parte di Equitalia, l’unica casa di proprietà prima delle recenti modifiche legislative (che, invece, hanno escluso tale possibilità), arrivano buone notizie dalla giurisprudenza.

Secondo, infatti, l’interpretazione del tribunale di Rovigo [1] – interpretazione che, al momento, sembra essere quella condivisa anche da altri fori – i nuovi divieti di pignoramento, stabiliti in favore della prima casa con il decreto del Fare [2], hanno effetto retroattivo. In pratica, ciò vuol dire che Equitalia non solo non potrà avviare nuovi pignoramenti contro la prima casa, ma non potrà neanche proseguire quelli già avviati.

Lo scopo della nuova norma, infatti, è di impedire l’inizio o anche la prosecuzione delle procedure esecutive esattoriali promosse nei confronti della prima casa di abitazione.

Dunque, tutti coloro che hanno in corso una procedura espropriativa dell’unico immobile posseduto, purché a destinazione catastale abitativa (e non di lusso), ove sia fissata la residenza anagrafica, possono disfare le valigie: la casa è salva.

Ricordiamo che il divieto di pignoramento della prima casa (per informazioni più dettagliate leggi questo articolo: “Pignoramenti: prima casa, no pignoramento ma il rischio ipoteca resta”), non toglie la possibilità, per l’Agente della riscossione, di iscrivere comunque ipoteca. Niente panico però: l’ipoteca non è un avviso di esecuzione forzata, ma solo una “causa di prelazione”. Cosa si nasconde dietro questo termine? Significa che Equitalia resta comunque interdetta dal chiedere la vendita dell’immobile del debitore; ma se ciò avverrà su richiesta di un altro creditore (per esempio: una banca, una finanziaria), Equitalia – in quanto ha iscritto ipoteca di primo grado – si soddisferà sul ricavato prima degli altri creditori.

note

[1] T. Rovigo ord. del 21.11.2013.

[2] Dl 69/2013 che ha modificato l’art. 76 del D.p.r. n. 602/1973.

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI