L’esperto | Articoli

Abilitazione all’insegnamento di sostegno: ultime sentenze

16 Novembre 2020
Abilitazione all’insegnamento di sostegno: ultime sentenze

Acquisto del titolo idoneo per l’insegnamento di sostegno, valutazione delle competenze e diniego del riconoscimento dell’abilitazione conseguita all’estero.

La valutazione delle competenze

Nel procedimento finalizzato a verificare la sussistenza dei requisiti per il riconoscimento dell’abilitazione all’insegnamento di sostegno, conseguita in uno stato membro dell’Unione Europea (nel caso di specie, in Romania), non è rilevante l’analisi del livello di integrazione tra i due Paesi nell’erogazione del servizio pubblico dell’insegnamento di sostegno, mentre assume rilievo la valutazione delle competenze complessivamente conseguite nel percorso di studi sostenuto.

T.A.R. Roma, (Lazio) sez. III, 02/07/2020, n.7616

Il titolo specifico di insegnante di sostegno

Ai fini del conseguimento dell’incarico di insegnante di sostegno è necessaria, oltre all’abilitazione all’insegnamento in una classe disciplinare, anche il conseguimento del titolo di insegnante di sostegno specifico (conseguito ai sensi del D.Lgs. 16 aprile 1994, n. 297, art. 325, in conformità delle disposizioni di cui al D.M. 30 novembre 1999, n. 287, attuativo del D.I. 4 novembre 1998, n. 460). In presenza di tali requisiti la scelta dell’insegnante deve essere operata in primo luogo con riferimento alla disciplina di insegnamento vacante.

Solo nel caso in cui manchino nella graduatoria di sostegno soggetti in possesso del titolo di specializzazione richiesto è consentito ricorrere ad insegnanti di altre discipline prima di attingere a graduatorie formate presso altre scuole. Sempre alla condizione che il soggetto destinatario dell’incarico sia in possesso dello specifico titolo abilitante per il sostegno (condizione necessaria ai fini dell’utile inserimento nella graduatoria).

Tribunale Teramo sez. lav., 14/01/2019, n.509

Abilitazione all’insegnamento di sostegno: riconoscimento

Il riconoscimento dell’abilitazione all’insegnamento di sostegno ottenuto in un Paese membro deve avvenire in via automatica, nel caso in cui la durata complessiva, il livello e la qualità delle formazioni conseguita nel paese membro con quella italiana, considerati che non risulta possibile sussumere dallo stesso il compimento di valutazioni e comparazioni delle competenze della formazione sul sostegno conseguite.

T.A.R. Roma, (Lazio) sez. III, 07/07/2020, n.7792

Titolo di specializzazione per l’insegnamento di sostegno

Il titolo di specializzazione per l’insegnamento di sostegno non costituisce titolo di abilitazione all’insegnamento secondario, essendo richiesto, come requisito ulteriore, per l’assegnazione a posti di sostegno; pertanto il docente in possesso di specializzazione per l’insegnamento ai portatori di handicaps, non possono essere ammessi, se non siano in possesso dell’occorrente abilitazione, ai concorsi per soli titoli a posti d’insegnamento secondario.

T.A.R. Palermo, (Sicilia) sez. I, 16/07/1993, n.742

Insegnamento di sostegno e graduatoria permanente

L’o.m. 20 luglio 1983 ha previsto la proroga del termine per la presentazione della domanda di inserzione nella graduatoria permanente, al fine dell’immissione in ruolo, ai sensi della l. 16 luglio 1984 n. 326 solo a favore di coloro che avessero conseguito l’abilitazione all’insegnamento nei concorsi in via di svolgimento; tale proroga non è quindi estensibile a coloro che avessero conseguito tardivamente titoli di specializzazione per l’insegnamento in posti di sostegno.

T.A.R. Catania, (Sicilia) sez. I, 02/11/1992, n.720

Procedura concorsuale per il reclutamento di personale docente

Il d.m. n. 995/2017, riguardante la procedura concorsuale per il reclutamento a tempo indeterminato di personale docente nella scuola secondaria di primo e secondo grado in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento o di specializzazione all’insegnamento di sostegno per i medesimi gradi di istruzione, è ragionevole nella parte in cui non prevede la partecipazione di soggetti già in ruolo presso la scuola primaria o su diversa classe di concorso.

Consiglio di Stato sez. VI, 26/10/2018, n.5223

Ammissione ad un corso per l’abilitazione all’insegnamento di sostegno

Ove il bando condizioni l’ammissione ad un corso per l’abilitazione all’insegnamento di sostegno nelle classi delle scuole secondarie di primo e secondo grado al possesso di un determinato titolo di studio, può procedersi in via amministrativa ad una valutazione di equivalenza sostanziale solo in presenza di una norma che ne operi il riconoscimento ex lege.

Tale principio è imperniato sul riconoscimento in capo all’Amministrazione che indice la procedura selettiva di un potere discrezionale nell’individuazione della tipologia del titolo stesso, da esercitare tenendo conto della professionalità e della preparazione culturale richieste per il tipo di selezione richiesta. Restando l’Amministrazione vincolata alla lex specialis costituita dal bando per l’individuazione dei titoli di ammissione, la valutazione di equipollenza implicante etero — integrazione del bando può quindi derivare solo da una norma di legge.

T.A.R. Napoli, (Campania) sez. VIII, 06/06/2013, n.2959

Abilitazione all’insegnamento di sostegno conseguita in Romania

Il procedimento finalizzato a verificare la sussistenza dei requisiti per il riconoscimento dell’abilitazione all’insegnamento di sostegno conseguita in Romania, non è fondato sull’analisi del livello di integrazione tra i due Paesi nella gestione del servizio pubblico in argomento, bensì sulla valutazione delle competenze complessivamente e concretamente conseguite dall’abilitante.

T.A.R. Roma, (Lazio) sez. III, 20/05/2020, n.5316

Mancato riconoscimento dell’abilitazione all’insegnamento conseguita all’estero

In tema di insegnamento, occorre rilevare come l’abilitazione al sostegno costituisca un quid pluris rispetto all’abilitazione all’insegnamento, pertanto il mancato riconoscimento dell’abilitazione all’insegnamento conseguita in uno Stato straniero, per carenza dei requisiti relativi all’idoneità dei programmi e dei percorsi di studio effettuati nello Stato di conseguimento, non consente neanche l’acquisto del titolo idoneo per l’insegnamento nel sostegno.

T.A.R. Roma, (Lazio) sez. III, 06/02/2020, n.1593

Titolo abilitativo all’insegnamento di sostegno: diniego del riconoscimento

Per il diniego del riconoscimento del titolo abilitativo all’insegnamento di sostegno, non costituiscono motivazioni valide le differenze sussistenti nell’erogazione del servizio pubblico dell’insegnamento di sostegno tra lo Stato in cui l’abilitazione è stata conseguita e il nostro ordinamento; ciò in quanto per il riconoscimento del titolo, così come per il suo diniego, è necessario che venga svolta un’istruttoria sul livello professionale del richiedente, ovvero un’effettiva valutazione delle competenze individualmente acquisite nel corso della formazione.

T.A.R. Roma, (Lazio) sez. III, 11/06/2020, n.6392

Mancato riconoscimento dell’abilitazione all’insegnamento e titolo idoneo per il sostegno

L’insegnamento di sostegno costituisce un quid pluris rispetto all’abilitazione all’insegnamento, pertanto il mancato riconoscimento dell’abilitazione all’insegnamento non consente l’acquisto del titolo idoneo per l’insegnamento nel sostegno.

T.A.R. Roma, (Lazio) sez. III, 12/08/2019, n.10514



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube