Diritto e Fisco | Articoli

Quanto costa rifare la patente?

16 Gennaio 2021 | Autore:
Quanto costa rifare la patente?

Le spese per il rinnovo sono in parte fisse ed in parte variabili; queste ultime variano a seconda dell’iter prescelto.

Hai controllato la data di scadenza riportata sulla tua patente e ti sei reso conto che è ora di rinnovarla. Fortunatamente, non rientri tra quegli automobilisti smemorati che ogni giorno vengono contravvenzionati dalle forze dell’ordine perché sorpresi a circolare con la patente scaduta. Tale documento, infatti, una volta conseguito, non dura all’infinito ma perde di validità se decorre un specifico periodo di tempo, determinato in base alla tipologia della patente posseduta e all’età del conducente.

Peraltro, la legge prevede l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria per chi guida con la patente scaduta, compresa tra 55,00 euro e 624,00 euro oltre a quella accessoria della sospensione [1].

Quanto costa rifare la patente? Dipende dal luogo in cui effettui la visita medica, dall’eventuale spesa per il disbrigo della pratica, se per il rinnovo ti rivolgi ad una delegazione Aci, ad un’agenzia oppure ad un’autoscuola, e da quella relativa alle fototessere biometriche. Queste sono delle voci di spesa variabili mentre le altre sono voci di spesa fisse, nelle quali rientrano i costi richiesti dalla Motorizzazione civile e dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti oltre a quelle di spedizione della patente a casa.

Quando devi rinnovare la patente?

I tempi per il rinnovo cambiano in relazione alla tipologia di patente da te posseduta e alla tua età. Ad esempio se sei titolare di una permesso di guida di categoria A o B e hai meno di 50 anni, devi rinnovarla ogni 10 anni. Se hai un’età compresa tra i 50 e i 70 anni, devi fare il rinnovo ogni 5 anni. Invece, se hai tra i 70 e gli 80 anni, lo devi fare ogni 3 anni e se sei un over ottanta, ogni 2 anni.

Dove puoi rinnovare la patente

Per rinnovare la patente puoi recarti presso:

  • l’Asl;
  • una delegazione Aci;
  • un’agenzia per il disbrigo di pratiche automobilistiche;
  • un’autoscuola.

Quali sono i costi fissi per il rinnovo della patente

Indipendentemente dalla struttura alla quale ti rivolgi per rifare il permesso di guida, devi sostenere dei costi fissi, che sono rappresentati da:

  1. un versamento di 10,20 euro, da effettuare sul c/c 9001, intestato al Dipartimento per i Trasporti Terrestri;
  2. un versamento di 16 euro per l’imposta di bollo, da eseguire sul c/c 4028, intestato alla Motorizzazione civile.

Entrambi i pagamenti puoi effettuarli tramite bollettini postali oppure online, collegandoti al Portale dell’Automobilista.

A questi costi devi aggiungere quello relativo al recapito a casa della nuova patente, pari a 6,80 euro. In totale, quindi, 33 euro.

Quali sono i costi variabili per il rinnovo della patente

I costi variabili per il rinnovo della patente sono quelli relativi:

  1. a nn. 2 fotografie formato tessera. La spesa è di circa 5 euro, se per scattarti le fotografie, utilizzi le macchinette automatiche mentre è più alto se vai da un fotografo professionista;
  2. alla visita medica;
  3. alla gestione della pratica, che sono compresi tra i 20 euro e i 50 euro.

Quanto costa la visita medica per il rinnovo della patente

Se per rifare la patente ti rechi all’Asl, per la visita medica di solito paghi 25 euro. A questa somma devi aggiungere i diritti sanitari, che variano da Regione a Regione e sono compresi tra i 20 e i 50 euro. Perciò, in totale vieni a spendere circa 80 euro. Invece, se ti rivolgi ad una delegazione Aci, il costo della visita medica è maggiore, comprendendo anche quello relativo al disbrigo della pratica, e in totale puoi spendere all’incirca tra gli 80 euro e i 120 euro.

Se ti rivolgi ad un’agenzia per pratiche automobilistiche o ad una scuola guida devi pagare la visita medica e le spese per il disbrigo della pratica di rinnovo della patente. Pertanto, in totale puoi spendere intorno ai 100/130 euro.

Puoi sottoporti a visita medica anche presso altre strutture sanitarie/sanitari quali:

  1. l’unità sanitaria territoriale delle Ferrovie dello Stato;
  2. gli studi dei medici autorizzati dalla Motorizzazione civile. A tal fine puoi consultare online l’elenco dei professionisti convenzionati, collegandoti sul Portale dell’Automobilista;
  3. un medico del corpo dei vigili del fuoco;
  4. un ispettore medico del ministero del Lavoro.

Ad esempio se vai a visita medica presso l’unità sanitaria delle Ferrovie dello Stato, il costo è di 45 euro, al quale devi sommare le spese base, per un totale di circa 80 euro.

Puoi, altresì, prenotarti la visita medica telematicamente, trovando su internet uno dei tanti siti che offrono questo servizio. E’ ovvio che la visita medica devi, poi, effettuarla di persona. Il costo è di circa 80 euro.

Rinnovo patente: quale documentazione serve?

All’atto della visita medica devi presentare un’apposita documentazione, che comprende:

  • un documento di riconoscimento in corso di validità come la carta di identità o il passaporto;
  • la patente di guida scaduta o in scadenza;
  • la tessera sanitaria;
  • il tagliando di versamento di 10,20 euro;
  • il tagliando di versamento di 16 euro;
  • la ricevuta di pagamento dei diritti sanitari;
  • le due fotografie formato tessera;
  • gli occhiali e/o le lenti a contatto, se sei affetto da limitazioni correggibili con lenti.

Cosa succede dopo la visita medica

All’esito della visita medica l’ente certificatore o l’autoscuola/agenzia per il disbrigo delle pratiche automobilistiche ti rilascia una ricevuta, che funge da patente provvisoria, valida 60 giorni. Devi, poi, aspettare che la nuova patente ti arrivi a casa. Di solito occorrono 15 giorni dall’effettuazione della visita medica.

Se la patente non dovesse arrivare, puoi telefonare al numero verde 800 979416 di Poste italiane, dedicato al servizio di “stampa e consegna patenti e libretti di circolazione”, disponibile h24, per chiedere informazioni oppure puoi chiamare al numero verde 800 232323 del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, disponibile dalle 8.30 alle 14.00 e dalle 14.30 alle 17.30 dal lunedì al venerdì, sia da telefono fisso sia da telefono mobile.


note

[1] Art. 126 cod. strada.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube