Diritto e Fisco | Articoli

Scheda carburante: niente detrazione Iva se non è completa di tutti i dati

18 dicembre 2013


Scheda carburante: niente detrazione Iva se non è completa di tutti i dati

> Diritto e Fisco Pubblicato il 18 dicembre 2013



La scheda va compilata in modo analitico e preciso: se manca l’indicazione della targa identificativa del veicolo e della firma del gestore dell’impianto il contribuente perde il beneficio.

L’automobilista perde il diritto a detrarre l’Iva sulla benzina [1] se la scheda carburante che ha compilato non è completa di tutte le informazioni richieste dalla legge. In particolare, il contribuente deve indicare:

– il numero di targa identificativo del veicolo

– la firma del gestore dell’impianto di distribuzione.

A chiarirlo, una volta per tutte, è una sentenza di ieri depositata dalla Cassazione [2].

Viene così sconfessata la tesi di alcuni giudici secondo cui l’assenza di alcuni dati sulla scheda carburante (targa del veicolo e firma del gestore dell’impianto di distribuzione) non pregiudicano la prova dell’acquisto e dell’utilizzo di carburante nell’esercizio della professione o della attività commerciale.

Secondo la Suprema Corte, dunque, non vi è altro modo (la sentenza usa l’espressione “mezzi equipollenti”) per dimostrare la validità delle cosiddette “schede carburante” se non quello di compilarle in ogni loro parte e di farle sottoscrivere al gestore della pompa di benzina.

Tra le indicazioni obbligatorie rientra, dunque, il numero di targa, che costituisce il principale elemento di individuazione del veicolo. Per quanto, invece, riguarda i veicoli non ancora immatricolati e quelli, per loro natura, privi di numero di targa (in quanto non destinati alla circolazione stradale) è consentito eccezionalmente che l’individuazione del veicolo avvenga mediante annotazione del numero di matricola apposto dalla casa costruttrice.

In caso di assenza del dato in questione, il contribuente non può beneficiare delle agevolazioni previste dalla legge. Verrebbe infatti a mancare ogni garanzia circa l’identità del veicolo rifornito e l’effettiva riferibilità del relativo costo all’attività professionale o di impresa.

note

[1]  Beneficio previsto dalla l. n. 31/1977.

[2] Cass. sent. n. 28243 del 18.12.13.

Autore foto: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI