Diritto e Fisco | Articoli

Rimborso tasse: se lo Stato ritarda il pagamento, risarcisce i danni

18 Dicembre 2013
Rimborso tasse: se lo Stato ritarda il pagamento, risarcisce i danni

Il contribuente ha diritto agli interessi e al risarcimento del danno per il ritardo nel rimborso delle imposte; la liquidazione può avvenire ad opera delle commissione tributarie.

Una volta tanto lo Stato paga per i suoi ritardi. Potrebbe essere l’inizio di una nuova era nei rapporti tra cittadino e fisco quello segnato dalla sentenza della Cassazione di ieri [1], anche se, in questi casi, un cauto scetticismo non fa mai male (non sarà forse un caso che, nella fattispecie concreta, la parte “lesa” era una banca).

Anche il fisco deve adempiere senza ritardo alle proprie obbligazioni. Infatti – si legge nella sentenza in commento – se l’amministrazione fiscale ritarda a versare i rimborsi sulle imposte in favore del contribuente, quest’ultimo ha diritto a ottenere il risarcimento di tutti i pregiudizi sofferti ossia: il danno [2] oltre agli interessi sulle somme. Tale liquidazione può avvenire ad opera delle commissione tributarie.

Per ottenere il risarcimento del danno da svalutazione monetaria, è necessario che il contribuente dimostri che un tempestivo adempimento da parte del Fisco al proprio debito gli avrebbe consentito di impiegare il denaro in modo tale da annullare gli effetti dell’inflazione.

Non si può quindi negare, in astratto, il diritto del contribuente al risarcimento del maggior danno da ritardo nel rimborso dell’imposta; è comunque necessario – dice la Cassazione – adottare particolare rigore nella valutazione della prova di tale danno.

Nella sentenza in commento, la Corte sembra anche accogliere la richiesta di risarcimento del danno morale ed esistenziale [3] che ingloba nel danno da svalutazione monetaria.


note

[1] Cass. ord. n. 28332 del 18.12.2013.

[2] Art. 1224 cod. civ.

[3] In verità la Suprema Corte non dice proprio nulla sul punto se non che ritiene tali motivi accolti e assorbiti nel primo risarcimento del danno da svalutazione monetaria.

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube