Diritto e Fisco | Articoli

Documenti per duplicato della patente

17 Gennaio 2021 | Autore:
Documenti per duplicato della patente

Per richiedere una nuova patente in caso di furto, smarrimento, distruzione o deterioramento basta seguire una procedura assai semplice.

Ad ognuno di noi sarà capitato almeno una volta nella vita, di perdere qualcosa: che si sia trattato del portafoglio, della carta di identità o delle chiavi di casa, poco importa, è stata comunque una bella rogna. Ora, è successo anche a te: hai smarrito la patente ed il fatto di non reperire tale documento ti sta determinando problemi non indifferenti. Quotidianamente, adoperi la macchina per recarti al lavoro, per andare a fare la spesa, per accompagnare i figli a scuola e per altre necessità ma senza la patente non puoi circolare. Perciò, al più presto devi chiedere il duplicato.

Qual è la procedura da seguire e quali sono i documenti per il duplicato della patente? Puoi apprenderlo leggendo questo articolo. In generale, è opportuno sapere che il duplicato va richiesto non solo in caso di smarrimento ma anche in quello di furto, di distruzione o di deterioramento del permesso di guida.

Inoltre, il documento che ti viene rilasciato equivale alla nuova patente europea, sulla quale sono riportati dei codici che corrispondono ad una nomenclatura valida in tutti gli Stati membri dell’Unione Europea. Con le nuove patenti europee plastificate, invece, non devi più richiedere il duplicato in caso di cambio di residenza essendo sufficiente comunicarlo al nuovo Comune.

Denuncia di furto, smarrimento o distruzione della patente

Se la patente ti è stata rubata, l’hai smarrita o è andata distrutta, devi innanzitutto sporgere denuncia, entro 48 ore, alle forze dell’ordine, recandoti presso una stazione dei carabinieri o un comando della polizia di Stato.

Nel caso di furto o di smarrimento della patente puoi presentare la denuncia anche online, collegandoti ai siti istituzionali dei carabinieri o della polizia di Stato ed accedendo al servizio “denuncia vai web”.

La denuncia telematica è possibile solo se ricorrono determinate circostanze, ovvero se la patente ti è stata rubata da ignoti oppure se la denuncia per complessità o gravità, non richiede la presenza di un ufficiale di polizia giudiziaria.

Successivamente all’invio telematico, devi recarti di persona presso la stazione dei carabinieri o il comando della polizia di Stato che hai selezionato durante la procedura online, per formalizzare la denuncia di persona.

L’autorità alla quale presenti la denuncia provvede a rilasciarti un permesso provvisorio di guida valido per 90 giorni e utilizzabile fino al momento in cui riceverai il duplicato vero e proprio della patente rubata, persa o distrutta.

Il permesso provvisorio è valido solo in Italia. Al suo interno è riportata l’indicazione dei tuoi anagrafici, la dichiarazione di avere presentato la denuncia di furto/smarrimento/deterioramento, il tipo di patente, la data e la tua firma.

Se successivamente al rilascio del permesso provvisorio ritrovi la patente o ti viene restituita, tale documento non è più valido e, quindi, va distrutto [1].

Se la patente ti viene rubata, la smarrisci o viene distrutta all’estero, devi sporgere denuncia presso la polizia locale, poi, presso l’Ambasciata o il Consolato italiano e, al rientro, presso le forze dell’ordine in Italia.

Duplicato patente rubata, smarrita o distrutta: come si richiede?

Dopo avere sporto denuncia, puoi richiedere il duplicato della patente rubata, smarrita o distrutta.

La procedura da seguire cambia a seconda che il tuo permesso di guida sia duplicabile o meno. Spetta all’organo di polizia/carabinieri dove hai presentato la denuncia, verificare se all’Archivio informatico nazionale risultano tutti i dati relativi al tuo permesso di guida ovvero se ne mancano alcuni (ad esempio, la data di scadenza o il numero) o se risultano impedimenti.

Nella prima ipotesi, la patente è duplicabile e la procedura per il rilascio del duplicato può essere svolta direttamente dai carabinieri o dalla polizia.

Nelle altre due ipotesi, invece, la patente non è duplicabile e devi presentare la richiesta del duplicato presso gli uffici della Motorizzazione civile.

Quali sono i documenti per il duplicato della patente

Se la tua patente è duplicabile i documenti da presentare alla polizia/carabinieri sono i seguenti:

  • nn. 2 fotografie formato tessera;
  • un documento di riconoscimento valido;
  • la ricevuta di pagamento di 10,20 euro per diritti DDT (Dipartimento dei Trasporti Terrestri), effettuato sul c/c 9001.

Tieni presente che al momento della consegna a casa del duplicato della patente, devi pagare al postino anche la somma di 6,86 euro per le spese postali.

Se la patente non è duplicabile oppure se dopo il tentativo di consegna, l’ufficio postale restituisce il duplicato della patente al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per errori nel tuo indirizzo o per compiuta giacenza postale, devi rivolgerti agli uffici della Motorizzazione civile.

La documentazione da presentare comprende:

  • la denuncia di smarrimento, furto o distruzione;
  • nn. 2 fotografie formato tessera, di cui una autenticata;
  • un documento di riconoscimento in corso di validità, in originale e in fotocopia;
  • il permesso provvisorio di guida rilasciato dalle forze dell’ordine;
  • la domanda redatta sul modello TT 2112, che si trova disponibile allo sportello gli uffici della Motorizzazione civile oppure online sul Portale dell’Automobilista;
  • la ricevuta di pagamento di 10,20 euro, eseguito sul c/c 9001 (bollettino prestampato in distribuzione presso gli uffici postali e gli uffici della Motorizzazione civile).

Se sei un cittadino extracomunitario devi presentare anche il permesso di soggiorno o la ricevuta di primo rilascio o di rinnovo del permesso di soggiorno.

Cosa fare se il duplicato della patente non arriva?

Nel caso in cui il duplicato della patente non dovesse arrivare entro 45 giorni dal permesso provvisorio rilasciato dalla polizia di Stato o dai carabinieri, puoi contattare il numero verde 800232323, disponibile dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 20, e il sabato dalle 8 alle 14.

In alternativa, puoi inviare un’email all’indirizzo uco.motorizzazione@mit.gov.it, specificando il tuo nome, cognome, luogo e data di nascita ed il numero della patente.

Duplicato patente deteriorata: procedura e documenti

Se devi richiedere il duplicato della patente perché si è deteriorata nel senso che sono divenuti illeggibili gli estremi di riconoscimento, i tuoi dati anagrafici, la data di scadenza o la fotografia, puoi presentare la richiesta solo presso gli uffici della Motorizzazione civile.

In questo caso, la documentazione da presentare è la seguente:

  • nn. 2 fotografie formato tessera, di cui una autenticata;
  • una fotocopia della patente deteriorata originale;
  • il modulo TT 2112 compilato, disponibile presso gli uffici della Motorizzazione oppure scaricabile dal sito de Il Portale dell’Automobilista;
  • un certificato medico in bollo recente (non più vecchio di 3 mesi) se la patente è scaduta o scadrà entro sei mesi dalla richiesta;
  • la ricevuta di pagamento di 10,20 euro, eseguito sul c/c 9001;
  • la ricevuta di pagamento di 32,00 euro, effettuato sul c/c 4028.

Quanto costa il duplicato della patente

Sulla base di quanto detto finora, per ottenere il duplicato della patente devi spendere:

  • 18,76 euro, di cui 10,20 euro tra diritti, 6,86 per spese postali e 1,70 per commissioni, se il permesso di guida ti è stato rubato, lo hai smarrito o è andato distrutto;
  • 42,40 euro, invece, se tale documento si è deteriorato.

A queste somme devi aggiungere il costo delle fotografie formato tessera, che si aggira intorno ai 6/10 euro.


note

[1] D.P.R. n. 104/2000 del 09.03.2000.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube