Questo sito contribuisce alla audience di
Cronaca | News

Covid: ecco quanti soldi hanno perso gli italiani

12 Novembre 2020
Covid: ecco quanti soldi hanno perso gli italiani

Secondo l’Ocse, il nostro Paese ha registrato la peggior performance tra quelli del G7, quanto a impoverimento delle famiglie.

Reddito pro capite delle famiglie italiane sempre più giù: è sceso del 7,2% nel secondo trimestre 2020. Lo certifica l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse).

Un crollo senza eguali tra gli Stati del G7: rispetto a loro, l’Italia registra la performance peggiore. Negli altri Paesi, infatti, la flessione è stata di pochissimi punti percentuali: 1,2% in Germania; 2,3 in Francia; 3,4 nel Regno Unito. Tutti soffrono di più rispetto al trimestre precedente, dove il calo era stato inferiore, in generale intorno all’1%.

A livello internazionale, invece, si sono rivelate nel complesso fondamentali le misure di sostegno dei Governi, che hanno evitato numeri impietosi, continuando a «proteggere i redditi delle famiglie dall’impatto economico del Covid-19 nel secondo trimestre 2020», come si legge sulla rilevazione Ocse.

Se, infatti, in generale, sempre il secondo trimestre di quest’anno ha visto crollare del 10,6% la crescita del Pil reale per abitante, il reddito reale delle famiglie è aumentato del 5,3%, proprio grazie agli interventi governativi per sorreggere l’economia.

Alcuni esempi arrivano da Stati Uniti e Canada, dove il reddito familiare è aumentato rispettivamente del 10,1% e dell’11%. Questo non sta invece accadendo in Italia, per la quale i dati dell’organizzazione di Parigi confermano che la povertà, in coincidenza con la crisi pandemica, sta aumentando.



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube