M5S: Parole Guerriere denuncia, ‘su Rousseau si può votare 3 volte per la stessa persona’

11 Novembre 2020
M5S: Parole Guerriere denuncia, ‘su Rousseau si può votare 3 volte per la stessa persona’

Roma, 11 nov. (Adnkronos) – Scoppia la polemica nel M5S, mentre sulla piattaforma Rousseau sono in corso le votazioni per decidere chi parteciperà al dibattito pubblico degli Stati generali, in programma domenica 15 novembre. I candidati definitivi sono 978 e e ogni iscritto può esprimere un numero massimo di 3 preferenze. Ma su Facebook il think tank ‘Parole Guerriere’ – animato, tra gli altri, da Dalila Nesci, Luigi Gallo e Carlo Sibilia – denuncia: “Pare che si possa votare tre volte per la stessa persona oggi. Ogni volta ci sono dubbi sulla validità e la serietà della gestione di queste votazioni on-line. Siamo tutti coinvolti perché questa è la nostra piattaforma, la piattaforma del M5S. Deve essere fatta una seria riflessione! Come ripetiamo da tempo: il mezzo qualifica il fine”. Il post è accompagnato da screenshot con alcuni esempi di conferma voto, in cui vengono assegnate 3 preferenze sia a Luigi Di Maio che ad Alessandro Di Battista.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube