Lifestyle | News

Covid: vacanze a rischio in tutta Europa

13 Novembre 2020 | Autore:
Covid: vacanze a rischio in tutta Europa

Feste natalizie in arrivo tra lockdown e coprifuoco.

Cosa ci aspetta in vista del prossimo Natale? Potremo festeggiare in famiglia o fare una vacanza nel rispetto delle misure anti-Covid? A sei settimane dal Natale, in molti paesi dell’Ue sono in vigore lockdown ed altre misure restrittive, in particolare per la limitazione degli spostamenti.

Le vacanze natalizie sono a rischio in tutta Europa. Diversi paesi hanno avvertito che, a causa dell’impennata di casi di coronavirus nel continente, è ancora troppo presto per programmare eventuali viaggi durante le festività.

In Italia, quello di quest’anno è stato battezzato «il Natale del Covid». Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha precisato che «considereremo la curva epidemiologica ma Natale non dobbiamo identificarlo sol con lo scambio di doni, il fare regali che sicuramente dà impulso all’economia. Natale è anche un momento di raccoglimento spirituale e con tante persone il raccoglimento spirituale non viene troppo bene». Insomma, probabilmente, non ci sarà un lockdown nazionale e non ci saranno particolari restrizioni per le feste in famiglia, se i contagi dovessero diminuire (leggi anche Covid: a Natale tutti a casa e niente vacanze).

Attenzione però: ciò non significa ritornare alle solite abitudini e organizzare grandi cenoni con l’intero albero genealogico, ma conservare il senso di responsabilità e non dimenticare che stiamo pur sempre vivendo un’emergenza sanitaria.

Cosa succede negli altri Paesi dell’Ue?

Come precisa una nota stampa dell’Adnkronos, il Portogallo ha notevolmente ampliato il numero di luoghi soggetti al coprifuoco notturno e, da lunedì, tre quarti del Paese dovranno rispettare le restrizioni più severe imposte dal governo.

Il principale epidemiologo svedese, Anders Tegnell, ha invitato i cittadini a prepararsi alla possibilità di limitare i viaggi tra le diverse regioni durante il periodo natalizio, in modo da evitare che i servizi sanitari del Paese vengano sopraffatti.

Il vice primo ministro irlandese Leo Varadkar ha affermato che è ancora troppo presto per consigliare ai cittadini irlandesi che vivono all’estero di prenotare voli di ritorno verso casa. Sentimento condiviso dal primo ministro francese Jean Castex, che ha aggiunto che non ci sarà alcun allentamento delle restrizioni in Francia per almeno altre due settimane.

Le quattro nazioni che compongono il Regno Unito – Inghilterra, Scozia, Galles ed Irlanda del Nord – hanno discusso della possibilità di un approccio comune alle restrizioni per il Covid-19 durante le festività natalizie.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

8 Commenti

  1. Ad essere proprio sinceri, io non ci penso proprio ad andare in vacanza. Non ci sono andata questa estate, quando la situazione è un po’ migliorata, figuriamoci adesso. SE ci troviamo oggi in queste condizioni, la causa per certi versi è anche di chi è andato fuori dall’Italia e ritornando nella propria regione è risultato positivo. Ecco, questa a mio parere è irresponsabilità. Bisogna avere anche un po’ di senso civico e rinunciare alle feste e agli assembramenti, come molti di noi hanno fatto e continueranno a fare

  2. Io non vorrei fare alcuna vacanza, ma l’unico mio desiderio è incontrare con i miei genitori che si trovano in una regione diversa e vorrei fargli vedere il loro nipotino. Loro sono anziani, i rischi ci sono, ma ci tengono tanto a riabbracciarci e stessa cosa vale per noi. Certo staremmo attenti ad osservare le regole anticovid laddove fosse possibile rivederci in occasione del Natale

  3. Chissà come andranno le cose da qui a Natale in Italia. Io mi auguro che tutti questi sacrifici possano servire a qualcosa, anche se ciò significa stare ognuno a casa propria durante le feste natalizie. Ma l’importante è uscirne sani e salvi. Cercherò di fare sentire meno il clima triste di questo natale in famiglia, rallegrando la famiglia, realizzando addobbi fai da te e dedicandomi alla preparazione dei loro piatti preferiti. Insomma, ognuno cercherà di trovare un po’ di serenità almeno durante le feste, nonostante la pandemia…

  4. Io non mi sogno proprio di andare in vacanza, anche se ci fosse la possibilità e non ci fossero restrizioni. Innanzitutto, cerco di risparmiare un po’, perché le spese negli ultimi mesi sono aumentate ed i soldi a disposizione non sono poi così tanti. Poi, voglio proprio evitare di spostarmi per andare in ferie altrove. L’importante è riabbracciare i mei familiari, spero di potermi spostare e andare a trovare i miei genitori che si trovano in un’altra regione che ci tengono tanto alle tradizioni, ma soprattutto non ci vediamo da tempo

  5. Fatemi il piacere! Ma quali vacanze? L’unica vacanza che mi farei sarebbe partire in un’isola deserta senza pensieri, senza virus e senza stress causato da tutti gli psicopatici negazionisti che incontro per strada quando esco e i becco senza mascherina.

  6. Secondo le ultime notizie che stanno circolando, prima dell’arrivo del nuovo dpcm di Natale, che dovrebbe essere discusso in questi giorni tra domenica e lunedì, è prevista la possibilità di ricongiungersi ai propri genitori e figli. Quindi, se dovessero consentire spostamenti si può stare solo con i familiari stretti, quindi no zii o amici. Allora, per me va benissimo. La cosa che mi interessa è che siano fatte rispettare le restrizioni, perché non voglio fare un altro lockdown dopo questo. Si che non sono mai uscito più di tanto nel periodo invernale ma tutto questo stress tra autocertificazione e restrizioni tra un comune e l’altro mi stanno esasperando. quindi, evito proprio di uscire. Ma un conto è farlo per periodo limitato e siano tutti a rispettare le regole, invece c’è gente che esce senza porsi troppe domande e farsi troppi problemi

  7. Con il nuovo dpcm natalizio non dovrebbero esserci più zone rosse. Ora questa è la terza settimana, in cui si dovrebbero valutare i numeri della pandemia, e verificare se le restrizioni adottate sono state efficaci. Ora, non credo che cambierà molto da qui al prossimo dpcm anche perché non avrebbe molto senso passare da lockdown al liberi tutti. infatti, prevedo che ci saranno un po’ di allentamenti ma il giusto per consentire lo shopping prenatalizio e far rimettere un po’ in sesto l’economia. C’è anche un bonus di 150 euro per chi effettua spese di 1500 euro se non sbaglio, questo per invogliare gli acquisti nei negozi fisici e nei centri commerciali

    1. Ha diritto al bonus da 150 euro chi paga non in contanti ma con carta di credito o debito, bancomat, bonifici bancari e app (Satispay, ApplePay, Samsung Pay). Non sono compresi gli acquisti online, un modo per riportare le persone nei negozi. Bisognerà comprare negli esercizi commerciali fisici. Per ottenere l’agevolazione bisognerà essere maggiorenni, residenti in Italia, iscritti all’app «Io» della Pubblica Amministrazione o, eventualmente, ad altri sistemi messi a disposizione dagli operatori convenzionati con PagoPa. Andranno forniti il proprio codice fiscale, gli estremi di una o più carte e l’Iban per ricevere il bonus sul conto corrente. Sarà anche necessario dichiarare che le carte vengono usate soltanto per comprare al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arte o professione. Serviranno almeno dieci transazioni (vietato frazionarle). Il rimborso dovrebbe arrivare già entro la fine dell’anno via bonifico.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube