Cronaca | News

Covid: cosa cambia da domani nelle Regioni

14 Novembre 2020 | Autore:
Covid: cosa cambia da domani nelle Regioni

Firmata l’ordinanza del ministero della Salute: due nuove zone rosse e tre arancioni. Speranza: «Chiediamo sacrifici, ma non c’è altra strada».

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato nella tarda serata di ieri l’ordinanza anti-Covid con cui diverse Regioni passano da domani, domenica 15 novembre, dalla zona gialla a quella rossa o arancione. In particolare, Campania e Toscana diventeranno zona rossa, mentre Emilia-Romagna, Marche e Friuli Venezia Giulia finiranno in zona arancione. «So che stiamo chiedendo ancora sacrifici – ha scritto Speranza su Facebook subito dopo la firma dell’ordinanza – ma non c’è altra strada se vogliamo ridurre il numero dei decessi, limitare il contagio ed evitare una pressione insopportabile sulle nostre reti sanitarie. Ce la faremo. Ma è indispensabile il contributo di tutti», ha concluso il ministro.

Il provvedimento coincide con quello firmato dai governatori di Emilia, Friuli e Veneto (che resta in zona gialla) appena entrati in vigore e che prevedono delle restrizioni mirate nei loro territori.

Ecco cosa cambia da domani per le tre Regioni che entrano in zona arancione:

  • vietato entrare ed uscire dalla Regione, se non per comprovati motivi di lavoro, di salute e di urgenza;
  • consentiti gli spostamenti strettamente necessari per portare i bambini a scuola e per andare a riprenderli e riportarli a casa;
  • vietato spostarsi in un Comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, tranne che per comprovati motivi di studio, di lavoro, di salute e di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili nel proprio Comune;
  • chiusura di bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, ad esclusione delle mense e del catering. Consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio e l’asporto fino alle 22;
  • obbligatorio l’uso della mascherina anche nei banchi nelle elementari e nelle medie.

A queste regole si aggiunge il coprifuoco alle ore 22, stabilito per tutto il territorio nazionale.

Per muoversi all’interno della zona arancione non è richiesta l’autocertificazione, necessaria, invece, per motivare gli spostamenti nelle zone rosse.

Per circolare in Regione non sarà necessaria alcuna autocertificazione: nel caso in cui occorresse recarsi per motivi indifferibili in una Regione «rossa» invece sarà necessario averla e la si può trovare qui.

Per chi da domani entrerà in zona rossa, ai provvedimenti citati si aggiungono questi altri:

  • chiusi i centri commerciali, tranne negozi alimentari, farmacie, parafarmacie, tabaccai ed edicole collocati al loro interno;
  • chiusi i negozi anche fuori dai centri commerciali, tranne quelli appena citati;
  • chiusi i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari;
  • didattica a distanza per tutti gli studenti delle scuole superiori e per le seconde e le terze medie.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube