Diritto e Fisco | Articoli

Multe: chi paga di più senza lo sconto può sempre chiedere la restituzione

22 Dicembre 2013
Multe: chi paga di più senza lo sconto può sempre chiedere la restituzione

Il trasgressore che ha pagato la sanzione amministrativa stradale tempestivamente senza beneficiare dello sconto del 30% ha diritto alla restituzione di quanto indebitamente versato.

L’automobilista che ha pagato la multa nei primi 5 giorni ma senza usufruire dello sconto del 30% (novità introdotta quest’estate [1]), ha diritto a chiedere la restituzione della maggiore somma versata.

Per ottenere materialmente indietro il denaro l’interessato dovrà rivolgersi al Comando, nel rispetto della diversa organizzazione degli organi di polizia stradale. Lo ha chiarito il Ministero dell’Interno con una circolare dello scorso mese [2].

Multe in saldo

Come noto, il Decreto del Fare [1] ha consentito, a partire dal 21 agosto scorso, ai destinatari di multe stradali, di usufruire di uno sconto del 30% sulla somma complessiva, purché il pagamento avvenga entro 5 giorni dalla notifica della contravvenzione (per maggiori dettagli leggi l’articolo: “Multe, se paghi entro 5 giorni, hai uno sconto del 30%),

Potrebbe tuttavia capitare – come è già capitato diverse volte, specie subito dopo il battesimo della nuova misura – che qualche distratto paghi, presso l’ufficio postale, l’intero importo della sanzione amministrativa, senza quindi beneficiare dello sconto.

In questi casi, chiarisce il Ministero, è possibile chiedere la restituzione di quanto pagato in eccedenza.

L’accredito avverrà secondo le diverse modalità in uso presso ciascun comando di polizia nazionale o locale.


note

[1] Dl 69/2013.

[2] Min. Interno, circ. prot. 300/a/8799/13/101/20/21/1 del 22 novembre 2013.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube