Migliaia di assunzioni nella Pubblica amministrazione

17 Novembre 2020 | Autore:
Migliaia di assunzioni nella Pubblica amministrazione

Nella manovra approvata dal Governo, circa 7 miliardi per incrementare l’organico dei dipendenti statali e per il rinnovo del contratto di categoria.

È destinata al lavoro statale una fetta importante dei soldi contenuti nella manovra approvata ieri sera dal Consiglio dei ministri. La legge di Bilancio, che dovrà ricevere il via libera del Parlamento entro la fine di dicembre, prevede, infatti, circa 7 miliardi di euro complessivi per nuove assunzioni nella Pubblica Amministrazione e per il rinnovo del contratto di categoria. Un mondo a parte, rispetto al settore privato che lotta di questi tempi con la crisi da Covid a colpi di cassa integrazione e divieti di licenziamenti per evitare un’emorragia occupazionale.

In particolare, quasi 4 miliardi di euro serviranno a finanziare l’arrivo di nuovi dipendenti pubblici, di cui la manovra anticipa un primo pacchetto, ovvero:

  • 280 assunzioni nella giustizia;
  • 550 alle Ragionerie territoriali dello Stato;
  • 250 al ministero dell’Interno;
  • 142 al ministero della Salute;
  • 140 al ministero delle Politiche agricole;
  • 61 all’Agenzia nazionale delle erogazioni in agricoltura.

Inoltre, le pubbliche amministrazioni del Sud avranno la possibilità di assumere nel prossimo triennio 2.800 persone per la gestione dei fondi europei.

La manovra contiene anche i soldi necessari per il rinnovo del contratto dei lavoratori statali, in particolare dell’amministrazione centrale. Diverso il caso degli enti locali o regionali, che dovranno fare ricorso ai propri bilanci.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube