Cronaca | News

Covid, vaccino Moderna: brutte notizie per l’Europa

17 Novembre 2020 | Autore:
Covid, vaccino Moderna: brutte notizie per l’Europa

Le dosi prodotte nel 2020 saranno destinate agli Stati Uniti: «Ci hanno sempre sostenuto», dice l’azienda. Immunità garantita forse per diversi anni.

Prima l’entusiasmo, poi la doccia fredda. Il vaccino anti-Covid della casa farmaceutica Moderna, la cui efficacia è stata annunciata ieri al 94,5%, cioè più alta rispetto a quella del siero prodotto dalla Pfizer, non arriverà in Europa in tempi brevi. Toccherà attendere almeno un anno, perché prima verrà distribuito negli Stati Uniti. Lo ha annunciato, in un’intervista al quotidiano La Repubblica, il responsabile medico dell’azienda, Tal Zacks: «Ci hanno sostenuto molto, sia nello sviluppo clinico che nella produzione», commenta il Chief medical officer di Moderna. «Non deve sorprendere che le prime dosi, tutte quelle del 2020, siano riservate agli Stati Uniti. Per gli impianti di fabbricazione in Svizzera e Spagna abbiamo fatto tutti gli investimenti da soli, senza supporto locale». Insomma, la priorità va data a chi finora ci ha messo i soldi.

Ciò non vuol dire, però, che non ci siano delle conversazioni in corso anche con il Vecchio continente: «Stiamo trattando con la Commissione europea, con governi e ministeri della Salute di vari Paesi. Abbiamo appena trasmesso i dati all’Agenzia europea del farmaco per l’approvazione», precisa Zacks.

Quanto all’efficacia del vaccino, il manager di Moderna conferma che la protezione contro il coronavirus è destinata a durare «molti mesi, forse alcuni anni. Gli anticorpi generati – spiega Zacks a Repubblica – sono più numerosi rispetto a quelli di chi guarisce dal Covid. Questo ci fa sperare in un’immunità più duratura rispetto agli anticorpi naturali».

Per ora, il vaccino è stato testato in modo soddisfacente sugli adulti. «Stiamo partendo con i test in età pediatrica – aggiunge Zacks – per stabilire le dosi nei bambini».

Quando al costo del vaccino, negli Stati Uniti verrà venduto a 25 dollari la dose. Un prezzo che in Europa, secondo il manager di Moderna, «è comunque verosimile».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube