Cronaca | News

Covid, nuova «bomba» di Pfizer sul vaccino: tempi più brevi?

18 Novembre 2020 | Autore:
Covid, nuova «bomba» di Pfizer sul vaccino: tempi più brevi?

Il colosso americano supera le previsioni di Moderna sull’efficacia del siero e annuncia 50 milioni di dosi entro la fine dell’anno.

Potrebbe sembrare un’interessante asta a chi offre di più. Ma sta diventando una vera e propria gara per accaparrarsi quello che senz’altro diventerà l’affare più redditizio dei prossimi anni: il mercato del vaccino anti-Covid.

Settimana scorsa, il tandem Pfizer-BioNTech aveva annunciato l’efficacia del suo siero al 90%. Lunedì fu la volta della statunitense Moderna, che alzò la posta al 94,5%. Oggi, è di nuovo Pfizer a farsi avanti e a rilanciare: il colosso americano fa sapere che il suo vaccino è efficace al 95% e che non ha avuto effetti collaterali gravi. Si tratta della prima serie di risultati completi di una sperimentazione in fase avanzata, come rileva il New York Times.

I dati presentati oggi hanno mostrato che il vaccino ha prevenuto le forme sia lievi che gravi di Covid-19. Ed è risultato efficace al 94% negli anziani, più vulnerabili allo sviluppo di coronavirus grave e meno propensi a una piena risposta ad alcuni tipi di vaccini.

Pfizer e BioNTech pianificano di richiedere l’autorizzazione di emergenza alla Food and Drug Administration americana «entro pochi giorni». Dunque, il vaccino potrebbe presto diventare una realtà. I risultati della sperimentazione – arrivati a meno di un anno dall’inizio dei lavori sul vaccino – hanno infranto tutti i record di velocità per lo sviluppo di questo prodotto, un processo che di solito richiede anni.

«I risultati dello studio – commenta l’amministratore delegato di Pfizer, Albert Bourla – segnano un passo importante in questo storico viaggio di otto mesi per un vaccino in grado di aiutare a porre fine a questa devastante pandemia». Se l’Agenzia americana del farmaco autorizzerà il vaccino a due dosi, l’azienda ha spiegato che potrebbe avere fino a 50 milioni di dosi disponibili entro la fine dell’anno, e fino a 1,3 miliardi entro la fine del prossimo anno.

Circa la metà della fornitura andrà negli Stati Uniti quest’anno, abbastanza per circa 12,5 milioni di persone (su 330 milioni). Gli americani riceveranno il vaccino gratuitamente, in base a un accordo da 1,95 miliardi di dollari che il Governo federale ha raggiunto con Pfizer per 100 milioni di dosi.

Il vaccino va conservato a -70° centigradi, una temperatura record rispetto a ogni altro vaccino in sviluppo. Pfizer spedirà il vaccino in scatole speciali da mille-5mila dosi riempite con ghiaccio secco e dotate di sensori Gps. Il vaccino Pfizer può essere conservato in congelatori convenzionali per un massimo di 5 giorni, o negli appositi refrigeratori per un massimo di 15 giorni, a condizione che il ghiaccio secco venga reintegrato e le scatole non vengano aperte più di 2 volte al giorno.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube