Ue: Meloni, ‘polacchi e ungheresi hanno sfidato Urss, non cederanno a ricatti’

18 Novembre 2020
Ue: Meloni, ‘polacchi e ungheresi hanno sfidato Urss, non cederanno a ricatti’

Roma, 18 nov. (Adnkronos) – “Sul tema del Recovery Fund, la posizione di veto da parte di Ungheria e Polonia è colpa di chi ha sottoscritto a luglio un accordo al Consiglio europeo che prevedeva alcune cose e poi ha pensato di cambiare le carte in tavola per ricattarle. In buona sostanza hanno detto loro: ‘Se non fai quello che ti diciamo noi, per esempio sull’immigrazione, tu non hai i soldi per aiutare i tuoi cittadini a uscire dal Covid’. A me sembra un ricatto vergognoso ed è stato fatto non tenendo evidentemente in considerazione chi si ha di fronte: gente che ha sfidato i carri armati sovietici quasi a mani nude non si fa esattamente ricattare oggi dai Paesi frugali o dalla sinistra europea”. Lo dice Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, ospite di ‘Stasera Italia speciale’ in onda su Retequattro.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube