Superbonus 110%: doccia fredda per proprietari unici

19 Novembre 2020 | Autore:
Superbonus 110%: doccia fredda per proprietari unici

L’Agenzia delle Entrate: chi possiede un intero edificio con più unità abitative non avrà accesso all’agevolazione. Attesa per la circolare del Fisco.

In attesa della circolare che l’Agenzia delle Entrate sta per pubblicare con gli ultimi chiarimenti sul superbonus del 110%, il direttore Ernesto Maria Ruffini regala qualche anticipazione in Parlamento nel corso di un’audizione presso la commissione parlamentare di vigilanza sull’anagrafe tributaria. E apre la doccia gelida per chi possiede un edificio con più unità abitative come unico proprietario: per lui non ci sarà l’accesso alla maxi-agevolazione prevista in caso di lavori per il miglioramento energetico dell’edificio.

Nessuna speranza, dunque, di poter fare gratis il cappotto termico o la sostituzione dell’impianto di riscaldamento per chi possiede un intero immobile con più appartamenti. Su questo, Ruffini è stato tassativo: «Il riferimento normativo al condominio – ha spiegato il direttore delle Entrate – comporta che il superbonus spetti per gli interventi realizzati sulle parti comuni di un edificio in condominio e che, invece, siano esclusi quelli realizzati su edifici composti da più unità immobiliari di un unico proprietario o di comproprietari».

Questo vuol dire che non sarà possibile beneficiare del superbonus nemmeno se l’edificio è intestato, ad esempio, a più membri di una famiglia, ad una persona che lo cointesta al coniuge o ai figli.

Nella circolare che l’Agenzia delle Entrate pubblicherà prossimamente, ci saranno anche delle indicazioni sui documenti da acquisire e sui relativi riscontri da eseguire «per attestare la sussistenza dei presupposti che danno diritto alle detrazioni», ha precisato Ruffini, concentrandosi anche sulle sanzioni per visti carenti, incompleti o tardivi.

Dal canto suo, il Governo si impegna a valutare la decisione di prorogare l’accesso al superbonus oltre il 31 dicembre 2021. Ipotesi tenuta in considerazione nei mesi scorsi ma che poi, però, non è stata inserita nella legge di Bilancio appena varata dal Consiglio dei ministri. «È nostra intenzione – ha detto il ministro per lo Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli – provare a prorogare le misure del superbonus, che è un costo per ogni anno di proroga di circa 15 miliardi».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. non concedere ai proprietari di una palazzina di unico proprietario il bonus 110% mi sembra una” filosofica”e ingiusta prepotenza tipica di chi sta dietro una scrivania, a parte che e’ incomprensibile la norma stessa oltreche’ astrusa e discriminatoria la mia palazzina ha tre appartamenti singolarmente

    catastati, se il problema ossia il pelo nell’ uovo e’ il condominio perche’ non mi e’consentito di farlo in un solo appartamento che nel mio oltre le veduta non ha niente in comune praticamente e’una casa singola inserita in un fabbricato, grazie.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube