Cronaca | News

Covid: quando scadono carta d’identità e patente

19 Novembre 2020
Covid: quando scadono carta d’identità e patente

L’emergenza Coronavirus fa slittare il termine ultimo per il rinnovo di alcuni documenti.

Carta d’identità, foglio rosa e/o patente scaduta? Niente panico: si può rinviare il rinnovo direttamente alla prossima primavera inoltrata. La validità di questi documenti, scaduti o in scadenza dal 31 gennaio al 30 dicembre 2020, è prorogata al 30 aprile 2021.

Così dispone, tra l’altro, il decreto legge varato per prolungare lo stato di emergenza causa pandemia. Giorni fa era stato annunciato l’emendamento ad hoc, presentato dal senatore Iunio Valerio Romano del Movimento 5 Stelle (ne avevamo dato notizia qui: Covid: verso la proroga della patente).

«La norma intende agevolare quei cittadini in possesso di documenti la cui validità è in scadenza o che sono scaduti nel corso di questa nuova ondata emergenziale – ha spiegato Romano -. È una misura di buonsenso, che va incontro alle esigenze di quanti non si trovano, ad esempio, nelle condizioni di procedere al rinnovo di documenti indispensabili. Grazie a questa proroga, il nuovo termine viene rinviato da dicembre 2020 al 30 aprile 2021».

Uno stop alla burocrazia, in pratica, già attuato nei mesi scorsi, soprattutto per evitare un affollamento – quindi assembramenti – nelle autoscuole e negli uffici della motorizzazione. Il rinvio di queste scadenze era stato fissato prima al 31 agosto dal decreto Cura Italia, poi a fine anno e ora al 30 aprile.

Vuol dire che chi ha attualmente la patente scaduta (dal 31 gennaio 2020) può circolare tranquillamente fino al prossimo 30 aprile. Solo in Italia, però: la norma non vale all’estero.

Idem per le carte di identità: valide fino al 30 aprile su tutto il territorio nazionale, ma per l’espatrio continuerà a far fede la data di scadenza.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube