Diritto e Fisco | Articoli

Anche se precario, il padre deve versare il mantenimento al figlio

5 Febbraio 2014
Anche se precario, il padre deve versare il mantenimento al figlio

Rischia la condanna penale il padre precario che guadagna troppo poco per versare il mantenimento al minore: per evitare il reato è necessario che le difficoltà economiche si traducano in un vero e proprio stato di indigenza.

Anche se percepisce un reddito modesto come quello derivante da un lavoro precario, il genitore è comunque tenuto a versare il mantenimento ai propri figli. Le condizioni economiche disagiate, infatti, non evitano il processo penale.

L’unico modo, per il papà o la mamma, di salvarsi da una sicura condanna è di dimostrare che egli versa in uno stato di vera e propria indigenza economica oggettiva e che, quindi, è nella totale impossibilità di adempiere. Insomma, solo se il genitore non ha di che campare neanche per sé stesso può sottrarsi ai doveri verso i figli.

Lo ha chiarito, per l’ennesima volta, la Cassazione [1].

Le condizioni economiche precarie che rendono impossibile il mantenimento della prole devono essere dimostrate dal genitore stesso.


Per escludere la responsabilità del genitore obbligato al mantenimento dei figli non basta semplicemente lamentare le difficoltà economiche, ma occorre la prova concreta ed effettiva – che grava sull’interessato – che tali difficoltà si sono tradotte in uno stato di vera e propria indigenza economica obiettiva.

note

[1] Cass. sent. n. 48459 del 4.12.2013.

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube