Questo sito contribuisce alla audience di

Sclerosi multipla: arriva una nuova cura

23 Novembre 2020
Sclerosi multipla: arriva una nuova cura

Dagli occhi una nuova speranza di bloccare il decorso della malattia.

Per gli umanisti sono lo specchio dell’anima, per gli scienziati una possibile fonte di cura della sclerosi multipla. Gli occhi conterrebbero, infatti, particolari cellule in grado di mettere un freno ai fenomeni di neurodegenerazione della malattia. Lo dice uno studio dell’Irccs Fondazione Bietti, portato avanti insieme ai colleghi dell’l’Irccs Neuromed e della Clinica neurologica dell’Università di Tor Vergata.

I risultati, resi possibili anche grazie al supporto del ministero della Salute e della Fondazione Roma, sono freschi di pubblicazione sul Journal of Clinical Medicine.

Il segreto per il contrasto alla sclerosi può essere nella retina e nelle sue cellule bipolari, secondo il team di ricercatori. Le cellule bipolari fungono da ponte tra i fotorecettori della retina, che captano gli stimoli luminosi e li traducono in segnali elettrici, e le cellule ganglionari, che trasmettono gli input dall’occhio al cervello.

Malattie neurodegenerative come la sclerosi comportano una progressiva degradazione delle cellule del sistema nervoso centrale. La sclerosi intacca anche le cellule ganglionari della retina ma, secondo gli studiosi, si potrebbe riuscire a bloccare prima il processo degenerativo. E cioè all’altezza delle cellule bipolari che potrebbero fare da barriera.

Questo, secondo i ricercatori, apre nuove prospettive rispetto alla possibilità di frenare l’avanzata dei processi neurodegenerativi, attenuando le forme di disabilità di chi è affetto da sclerosi.



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube