Cronaca | News

Covid: quando arriverà il vaccino per i bambini

26 Novembre 2020
Covid: quando arriverà il vaccino per i bambini

I piccoli non sono tra i più colpiti dal virus ma la loro inclusione nel piano vaccinazioni è importante per proteggerli e raggiungere l’immunità di gregge.

Vaccino anti-Covid: come funzionerà per i bambini? Attualmente, le sperimentazioni che si stanno portando avanti, in dirittura d’arrivo per aziende come Pfizer e Moderna, hanno interessato volontari adulti.

I test verranno eseguiti anche sui più piccoli, una volta terminata la fase 3. I bambini non verranno vaccinati con un prodotto specifico: il preparato artificiale sarà lo stesso dei grandi, solo con un dosaggio inferiore, con tutta probabilità.

Le somministrazioni sui piccoli, a titolo di trial, dunque per valutarne gli effetti, partiranno probabilmente dalla primavera 2021. È verosimile che la sperimentazione possa prendere qualche mese. I colossi che si stanno cimentando nell’impresa di realizzare il siero per l’immunità dal Covid non ci stanno ancora lavorando, non essendo i bimbi tra le fasce a rischio.

Solo in India e Cina sono già iniziati i test su bambini e adolescenti. Pfizer è ai nastri di partenza per cominciare con una platea più giovane: ha appena ottenuto dalle autorità sanitarie l’ok per avviare il trial sui ragazzini tra i 12 e i 16 anni (quelli dai 16 anni in su erano già stati inclusi nei test precedenti).

La vaccinazione, per le enormi quantità di dosi necessarie, non può che essere un’operazione graduale. Dal momento che i piccoli non sembrano essere particolarmente esposti alla pandemia, in termini di contagi come di gravità dei sintomi, le sperimentazioni sono state avviate prima sugli adulti.

Nel piano vaccini che l’Italia presenterà a gennaio i bambini saranno inclusi, sebbene non rientrino tra le categorie prioritarie, contrariamente ad anziani e operatori sanitari che saranno, invece, i primi della lista.

Vaccinare i piccoli, infatti, resta comunque importante per molti motivi: ai fini della loro protezione, senza dubbio, ma anche affinché sia raggiunta l’immunità di gregge. È vero che non contraggono il virus in forma particolarmente pesante e quindi non c’è da temere per la loro salute, ma contagiandosi possono, a loro volta, contagiare, con effetti sulla curva epidemiologica e, conseguentemente, sulla scuola.

Inoltre, anche se si è rivelata molto rara, una malattia simile alla sindrome di Kawasaki (per approfondire leggi qui: Sindrome di Kawasaki sui bambini: perché adesso fa più paura; Malattia di Kawasaki: sintomi, diagnosi e trattamento) ha colpito diversi piccoli pazienti che avevano contratto il Covid. Vaccinarli servirebbe anche a evitare loro questo sintomo da non sottovalutare. La fascia d’età con più incognite è quella compresa tra 0 e 2 anni, per via del sistema immunitario non del tutto formato.

Sergio Abrignani, immunologo, ordinario di Patologia generale all’Università Statale di Milano, ha spiegato oggi al Corriere della Sera che «I bambini così piccoli hanno in genere una risposta immunitaria incompleta e non completamente identica agli adulti perché ci sono ancora aree in via di sviluppo. Su di loro andranno certamente fatti studi specifici. Dal punto di vista immunologico i bambini tra i 2-6 anni si comportano quasi come gli adulti, e dai 7 sono sostanzialmente uguali».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube