Diritto e Fisco | Articoli

Quanti anni si possono riscattare con la laurea?

27 Novembre 2020 | Autore:
Quanti anni si possono riscattare con la laurea?

Riscatto ordinario e agevolato del corso di studi universitario: quali periodi si possono recuperare ai fini della pensione?

Il riscatto dei contributi consiste nella possibilità di recuperare periodi non lavorati e senza versamenti, ai fini del diritto e dell’importo della pensione, versando il relativo costo. Ne sono un esempio gli anni del corso di studi universitario.

Ma quanti anni si possono riscattare con la laurea?

Ci si chiede, in particolare, se tutti gli anni del corso di studi universitario possano essere integralmente riscattati, oppure se alcuni periodi restino scoperti, come gli anni fuori corso, o le annualità relative a un secondo corso di studi, o, ancora, a un dottorato di ricerca. È possibile, poi, recuperare gli anni di università se la laurea non è stata conseguita?

Innanzitutto, bisogna osservare che, nonostante gli anni di laurea possano essere normalmente riscattati presso la generalità delle gestioni amministrate dall’Inps, presso la gestione Separata è consentito riscattare soltanto i periodi successivi al 31 marzo 1996, a causa del mancato obbligo d’iscrizione presso la gestione nei periodi precedenti. Ma procediamo con ordine e facciamo il punto completo sulle annualità del corso di laurea che è possibile recuperare.

Quali anni di laurea si possono riscattare?

La generalità dei lavoratori subordinati può riscattare i periodi relativi ai corsi di studio universitario con conseguimento:

  • del diploma universitario di durata di 3 anni;
  • del diploma di laurea, laurea triennale, laurea specialistica, laurea magistrale;
  • del diploma di specializzazione post-laurea, di durata superiore ai 2 anni;
  • del dottorato di ricerca.

È possibile riscattare più di un titolo di studio.

Quali anni di laurea non si possono riscattare?

Non sono riscattabili i periodi del corso di studi universitario:

  • già coperti da contribuzione;
  • fuori corso;
  • per i quali non risulti conseguito il relativo titolo di studio.

Pierfrancesco, in passato iscritto alla facoltà di economia, ha sostenuto e superato 20 esami ma non si è mai laureato: non può riscattare nemmeno un anno del corso di studi.

Quanti anni di laurea si possono riscattare?

Il riscatto è limitato alla durata del corso legale di studi (normalmente l’annualità parte dal 1° novembre e si conclude il 31 ottobre); se la laurea è conseguita nella sessione estiva di esami dell’ultimo anno di corso legale, è riscattabile per intero anche l’ultimo anno, sino al 31 ottobre.

Gioia si è laureata in Giurisprudenza, nel vecchio ordinamento. La durata legale del corso di studi era di 4 anni, ma Gioia ne ha impiegati 6 per conseguire il titolo di studio: Gioia può riscattare solo 4 anni.

Che cosa succede se si cambia corso di laurea?

In caso di passaggio ad un altro corso di laurea, con riconoscimento degli studi precedentemente compiuti ed iscrizione ad un anno successivo al primo, sono riscattabili:

  • il corso legale della facoltà presso cui è stata conseguita la laurea;
  • tanti anni di corso della facoltà di provenienza quanti sono quelli mancanti a completare la durata del corso per cui è stato conseguito il titolo.

Che cosa succede se durante gli anni di laurea si è lavorato?

Se il periodo del corso di studi universitario è già coperto da contribuzione obbligatoria, accreditata in virtù dello svolgimento di un’attività lavorativa, il riscatto non è ammesso, relativamente ai periodi già coperti.

Se risulta versata contribuzione volontaria, il riscatto della laurea è ammesso solo se più favorevole: in tal caso, i contributi volontari sono annullati ed il relativo ammontare viene rimborsato dall’Inps.

Si possono riscattare gli anni di laurea all’estero?

Il riscatto della laurea conseguita all’estero è possibile se il titolo è stato riconosciuto da un’università italiana o ha valore legale in Italia.

Il riscatto è consentito per la durata effettiva degli studi compiuti all’estero e, comunque, nel limite della durata, in Italia, del corrispondente corso legale di studi.

Il riscatto del diploma universitario è possibile se il titolo è richiesto per l’ammissione a determinati posti di lavoro, o per la progressione di carriera.

Quanto costa il riscatto?

L’onere di riscatto si calcola col sistema:

  • retributivo, o della riserva matematica, per gli anni del corso di studi sino al 31 dicembre 1995 o sino al 31 dicembre 2011, a seconda dell’anzianità contributiva dell’interessato, almeno pari a 18 anni o inferiore, alla data del 31 dicembre 1995;
  • contributivo, o percentuale, per gli anni del corso di studi dal 1° gennaio 1996 o dal 1° gennaio 2012, a seconda dell’anzianità contributiva dell’interessato, almeno pari a 18 anni o inferiore, alla data del 31 dicembre 1995; il sistema contributivo può essere utilizzato anche per le annualità antecedenti il 1996, nel caso in cui l’interessato si avvalga dell’opzione contributiva, dell’opzione donna o del computo presso la gestione Separata.

È previsto poi un onere agevolato (pari a 5.264,49 euro annui per le domande di riscatto inoltrate nel 2020), relativamente alle annualità che ricadono nel sistema contributivo. Per approfondire: Guida al riscatto agevolato della laurea.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube