Diritto e Fisco | Articoli

Aumenta il prezzo di francobolli e raccomandate

29 Dicembre 2013
Aumenta il prezzo di francobolli e raccomandate

Raccomandate e lettere ordinarie e prioritarie arriveranno ad aumenti che sfioreranno il 50%: necessaria la ripartizione in almeno due variazioni.

 

In arrivo una stangata sul costo dei servizi postali: l’Agcom ha appena approvato i nuovi aumenti sul costo delle lettere ordinarie (che potranno arrivare fino a +50%) e delle raccomandate (+35%).

Entro i prossimi due anni, dunque, le tariffe praticate da Poste Italiane potranno subire dei forti rincari. Tanto per fare un esempio, la semplice lettera potrebbe passare dagli attuali 70 centesimo a 95 centesimi (quasi un euro), mentre la raccomandata a.r., il cui costo oggi parte da un minimo di 3,60 (variabile a seconda del peso), arriverà fino a 5,40 euro per la prima fascia di peso (che va da 0 a 20 grammi).

Gli aumenti non piomberanno tutti insieme, ma dovranno essere programmati in almeno due trance, fino al 2016, ciascuna delle quali non superiore al 60% dell’incremento di prezzo complessivo, avente efficacia almeno annuale.


note

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube