Diritto e Fisco | Articoli

Come si ripartiscono le spese del tetto comune?

5 Dicembre 2020
Come si ripartiscono le spese del tetto comune?

Come si suddividono tra i comproprietari le spese di rifacimento del tetto comune?

L’articolo 1123 del Codice civile stabilisce, in materia di condominio, che le spese per la conservazione delle cose comuni (ed i tetti sono, fino a prova contraria, parti comuni cioè in comproprietà dei condomini) sono sostenute dai comproprietari in proporzione al valore della proprietà di ciascuno, salvo diverso accordo.

Quindi, in sostanza, le spese di rifacimento di un tetto condominiale sono ripartite in proporzione al valore millesimale attribuito a ciascun condomino (fatto salvo un diverso accordo di ripartizione da raggiungere all’unanimità).

Se i valori millesimali non fossero stati ancora determinati da un tecnico appositamente incaricato (geometra o ingegnere) e se tra i proprietari non ci fosse un accordo unanime su come ripartire la spesa, è possibile fare una ripartizione provvisoria della spesa salvo conguaglio nel momento in cui verranno determinati i valori millesimali da attribuire ai singoli proprietari.

Sottolineo che se per una ragione qualsiasi non fosse possibile applicare le norme sul condominio, al tetto che fosse di proprietà comune sarebbero applicabili le norme sulla comunione (articoli da 1100 a 1116 del Codice civile).

Secondo le norme sulla comunione (in particolare gli articoli 1101 e 1104 del Codice civile) le spese per la conservazione della cosa comune (in questo caso del tetto) sono ripartite in proporzione alle quote di partecipazione di ciascun comproprietario della cosa comune.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube