Covid: tutti i nuovi aiuti del Governo

30 Novembre 2020 | Autore:
Covid: tutti i nuovi aiuti del Governo

Modificato il calendario fiscale: rinvio di acconti, contributi, ritenute, Iva. Bloccate ipoteche e pignoramenti. Una tantum per alcune categorie.

Il Consiglio dei ministri ha approvato nella notte il decreto Ristori 4 con tutti i nuovi aiuti previsti per chi è stato penalizzato in qualche modo dalle misure in vigore contro la diffusione del Covid.

Decisa, innanzitutto, la proroga fino al 30 aprile del secondo acconto Irpef, Ires e Irap anche alle attività non soggette agli Isa e a tutte le imprese con ricavi inferiori a 50 milioni nel 2019 e con un calo del fatturato del 33% nel primo semestre del 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. La novità consiste nel fatto che la proroga interessa tutto il territorio nazionale e non solo i settori chiusi o quelli che si trovavano nelle zone rosse. Inoltre, e indipendentemente dal fatturato, tutti i contribuenti avranno tempo fino al 10 dicembre per gli acconti e per la presentazione delle dichiarazioni dei redditi e Irap utili al calcolo delle perdite per beneficiare della proroga fino a fine aprile. Vengono, in questo modo, allungati i tempi di 10 giorni, visto che prima dell’approvazione del decreto il termine scadeva proprio oggi.

Altro rinvio riguarda i contributi, le ritenute ed i versamenti Iva per chi ha dovuto chiudere i battenti durante la seconda ondata di emergenza Covid. In questo caso, la proroga è fino al 16 marzo anche per le imprese con ricavi inferiori ai 50 milioni di euro a calo del fatturato di almeno un terzo a novembre 2020 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Prorogati al 1° marzo 2021, invece, i pagamenti relativi alla rottamazione ter e al saldo e stralcio delle cartelle. Potranno entrare nelle precedenti rottamazioni i contribuenti che hanno pagato in ritardo o che non hanno pagato una delle rate previste. Bloccate anche le ganasce amministrative, le ipoteche ed i pignoramenti per chi riprenderà i pagamenti. Se il debito supera i 100mila euro, però, sarà possibile cogliere questa occasione solo per comprovate difficoltà economiche.

Per quanto riguarda i lavoratori, arriva una nuova una tantum di 1.000 euro per determinate categorie che l’avevano ricevuta con i decreti Agosto e Ristori 1. Si parla, quindi, degli stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e dello spettacolo. Ma ora l’indennità riguarda anche:

  • gli iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo (in presenza di certi requisiti);
  • i lavoratori stagionali appartenenti a comparti diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali che hanno cessato il rapporto di lavoro involontariamente;
  • i lavoratori con contratto intermittente;
  • i venditori porta a porta.

In arrivo anche un’indennità di 800 euro a dicembre per i lavoratori del settore sportivo che hanno ricevuto il bonus con i decreti Rilancio, Cura Italia e Ristori 1. Soldi promessi anche al personale delle forze di polizia e ai vigili del fuoco.

Infine, a breve, potrebbe essere varato il decreto Ristori 5 per allargare i contributi a fondo perduto alle imprese agli autonomi e ai professionisti che, pur non essendo stati costretti a chiudere, hanno subìto delle perdite economiche importanti a causa dell’emergenza coronavirus.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube