Business | Articoli

L’hotel paga la SIAE oltre al canone RAI

3 Novembre 2014
L’hotel paga la SIAE oltre al canone RAI

Oltre al canone, la gestione di apparecchi tv come musica di intrattenimento impone il pagamento dell’equo compenso imposto dalla legge sul diritto d’autore.

Se gestisci un hotel che già paga un canone tv per via del fatto che le camere sono dotate di apparecchi televisivi, non per questo sei esente dal pagare i diritti alla SIAE, diritti dovuti a titolo di “intrattenimento“. Sebbene ciò può apparire  in contraddizione con il pagamento del canone Rai, la richiesta di pagamento è pienamente legittima e sei tenuto ad adempiere.

Il canone Rai non ha nulla a che vedere con gli obblighi di compenso del diritto d’autore, gestito dalla Siae ed eventualmente da altri enti delegati dagli aventi diritto, concernente l’installazione nelle camere degli ospiti o negli spazi comuni da essi frequentati di apparecchi che diffondano opere d’autore.

Il canone Siae è obbligatorio per tutti quegli esercizi a carattere imprenditoriale nei quali “per l’esecuzione a mezzo di apparecchi radioriceventi sonori, muniti di altoparlante, di opere radiodiffuse, è dovuto all’autore un equo compenso” che è determinato periodicamente dall’accordo tra la stessa Siae e la rappresentanza dell’associazione sindacale competente [1].

Peraltro, anche la Corte europea di giustizia[2], ha stabilito che per i programmi e i brani musicali messi a disposizione attraverso apparecchi televisivi da parte di un albergo ai propri clienti sono dovuti i diritti d’autore.

La Corte ha rilevato che, sulla base della Direttiva europea sul “Diritto d’autore nella società dell’informazione”, il carattere “privato” della camere d’hotel è irrilevante in quanto i clienti devono essere considerati come pubblico ai fini dell’applicazione della direttiva.

Si rammenta, però, che per tutti i compensi del diritto d’autore esistono specifiche convenzioni tra la Siae e le diverse associazioni rappresentative degli esercizi alberghieri, le quali prevedono sconti per le aziende associate in regola con il versamento delle quote associative.


note

[1] Art. 58 della legge n.633 del 22 aprile 1941.

[2] C. Giust. UE causa C-306/2005 del 7.12.20006.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

3 Commenti

  1. Certo, vorrei rammentare che il cliente che si trova in hotel non si trova a casa.. per cui paga il canone due volte… in quanto nel prezzo che l` hotel impone al cliente sono contenuti pure i costi Siae e Canone Rai.. – Poi una cosa che si dovrebbe spiegare e` perché non dovrebbe essere invece proprio l` Hotel essendo operatore professionale a ricevere compensi per tutta la pubblicita` che attraverso e grazie allo stesso viene trasmessa a tutto il pubblico presente in Hall comuni e stanze… – Qua la legge per tutti evidentemente ha una falla grande quanto la fame di denaro della SIAE e della RAI !!

    1. Inoltre c’è un precedente del 2001 del tribunale di LIvorno che ha ritenuto ingiusto il pagamento degli hotel dell’Elba della SIAE nelle camere e ha fatto risarciremo gli hotel dalla SIAE..
      Pertanto sulla cosa si potrebbe lottare con le associazioni di categoria…

  2. Ma infatti è tutto un controsenso !!!
    A questo punto si dovrebbe pagare la SIAE anche per le TV in casa ?!?….non sarà un pubblico esercizio,ma cmq se vado nel canale radio posso ascoltare musica…senza pagare diritti di autore!!! dovrei pagarla anche in auto?!?! ascolto la musica dalla radio !!!

Rispondi a francesco Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube