Business | Articoli

Agevolazioni per chi assume ex detenuti

3 Novembre 2014
Agevolazioni per chi assume ex detenuti

Bonus: credito di imposta secondo il decreto dei Ministeri Giustizia e Lavoro, Decreto 24 luglio 2014, n. 148.

Assunzione detenuti. Con decreto interministeriale [1], è stato pubblicato il regolamento recante gli sgravi fiscali e contributivi a favore di imprese che assumono lavoratori detenuti.

Alle imprese che assumono, per un periodo non inferiore a 30 giorni, lavoratori detenuti o internati, anche ammessi al lavoro all’esterno, è concesso un credito di imposta per ogni lavoratore assunto, e nei limiti del costo per esso sostenuto, nella misura di 700 euro mensili, in misura proporzionale alle giornate di lavoro prestate, per l’anno 2013 e nella misura di 520 euro mensili per gli anni a decorrere dal 2014 fino all’adozione di un nuovo decreto ministeriale.

Alle imprese che assumono, per un periodo non inferiore a 30 giorni, lavoratori semiliberi provenienti dalla detenzione o internati semiliberi, è concesso un credito di imposta per ogni lavoratore assunto, e nei limiti del costo per essi sostenuto, nella misura di 350 euro mensili, in misura proporzionale alle giornate di lavoro prestate, a decorrere dal 1° gennaio 2013.

Dal 1° gennaio 2014 e fino all’adozione di un nuovo decreto ministeriale, il credito di imposta è concesso nella misura di 300 euro.

Per i tutti lavoratori suindicati, assunti con contratto di lavoro a tempo parziale, il credito d’imposta spetta in misura proporzionale alle ore prestate. Il credito d’imposta spetta per gli stessi importi previsti per ciascuna tipologia di assunzione alle imprese che: svolgono attività di formazione nei confronti di detenuti o internati, anche ammessi al lavoro all’esterno o di detenuti o internati ammessi alla semilibertà, a condizione che tale attività comporti, al termine del periodo di formazione, l’immediata assunzione dei detenuti o internati formati per un periodo minimo corrispondente al triplo del periodo di formazione, per il quale hanno fruito del beneficio; svolgono attività di formazione mirata a fornire professionalità ai detenuti o agli internati da impiegare in attività lavorative gestite in proprio dall’Amministrazione penitenziaria.


note

[1] Ministero Giustizia ed Economia e lavoro, Decreto 24 luglio 2014, n. 148.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube