Patrimoniale sulla casa in arrivo nella legge di Bilancio

1 Dicembre 2020 | Autore:
Patrimoniale sulla casa in arrivo nella legge di Bilancio

Un emendamento di due parlamentari Pd e Leu prevede una tassa per i patrimoni sopra i 500mila euro. No dei rappresentanti dei proprietari immobiliari.

La polemica è servita. La legge di Bilancio 2021 prevede un emendamento firmato da due parlamentari di Pd e Leu che potrebbe portare dritto dritto verso una nuova patrimoniale sulla casa. L’imposta colpirebbe chi ha un patrimonio sopra i 500mila euro e sarebbe progressiva in base al valore della ricchezza posseduta. Tuttavia, c’è da precisare che nei 500mila euro rientrano anche gli immobili posseduti da persone fisiche e giuridiche, inclusa la prima casa sulla quale oggi non si paga la patrimoniale già esistente, cioè l’Imu.

Quindi, tra la casa di proprietà, i risparmi e tutto il resto, arrivare a mezzo milione di euro non è, poi, così difficile per il ceto medio. Questi contribuenti si troverebbero a pagare una tassa tra lo 0,5% e il 2% a seconda del valore del proprio patrimonio. Cosa che non va giù alle associazioni del Coordinamento Unitario dei Proprietari immobiliari, considerato che – secondo i dati dell’Agenzia delle Entrate – oltre 19 milioni di famiglie italiane su un totale di quasi 26 milioni già riempiono le casse dello Stato con patrimoniali come l’Imu o le imposte di bollo.

«Non è ammissibile – dicono le associazioni – che il Governo ed il Parlamento si accaniscano su una collettività che paga regolarmente le tasse, che favorisce l’equilibrio sociale e a cui, se lavoratori dipendenti o autonomi, lo Stato rattiene scaglioni di aliquote. I proprietari di case nel rispetto delle varie forme consentite dalla legge potrebbero mettere in atto forme di resistenza passiva nei confronti di imposte anticostituzionali, ingiuste e discriminatorie tra categorie di cittadini. C’è poi – continuano i rappresentanti dei proprietari immobiliari – un’altra arma democratica e civile che i proprietari di case potrebbero adottare: quella della scelta selezionata dei rappresentanti nel Parlamento, nelle Regioni e nei Comuni. In sostanza di non votare i fautori di progetti dannosi economicamente per quanti hanno fatto enormi sacrifici per comprarsi una casa».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube