Cronaca | News

Covid, Dpcm Natale: le novità sulle vacanze

1 Dicembre 2020 | Autore:
Covid, Dpcm Natale: le novità sulle vacanze

Alberghi di montagna chiusi per tre settimane, quarantena per chi va a sciare all’estero e per studenti o lavoratori che tornano a casa dopo il 20 dicembre.

Ultime trattative tra Governo e Regioni per definire il testo del Dpcm di Natale che domani sarà presentato in Parlamento dal ministro della Salute, Roberto Speranza. Rispetto a ieri, le novità riguardano soprattutto le vacanze: le nuove misure anti-Covid dovrebbero dettare la chiusura degli alberghi di montagna per tutto il periodo natalizio, in particolare tra domenica 20 dicembre e domenica 10 gennaio. Tre settimane piene, dunque. In cambio, l’Esecutivo si impegna a ristorare le perdite, anche se potrebbe non bastare per spegnere il fuoco delle polemiche.

In giornata, il Governo ne parlerà con i presidenti delle Regioni in quello che si prospetta come l’ultimo infuocato incontro-scontro prima della stesura del nuovo decreto del presidente del Consiglio. Speranza ed il collega degli Affari regionali, Francesco Boccia, respingeranno la proposta dei governatori dei territori maggiormente interessati dalle chiusure (Veneto, Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Friuli-Venezia Giulia e Province autonome di Bolzano e Trento) di lasciare aperti gli impianti sciistici per i clienti degli alberghi ed i proprietari delle seconde case. Dal Governo non solo arriverà il «no» all’apertura delle piste ma ci sarà anche l’obbligo di chiusura degli alberghi. A scanso di equivoci, insomma.

Certo, incombe la minaccia oltreconfine dopo che Austria e Svizzera hanno comunicato che lasceranno aperti gli impianti e che «gli italiani saranno i benvenuti». La contromossa del Governo è pronta: resterebbe confermata la quarantena per chi rientra dall’estero tra il 20 dicembre e il 10 gennaio, mentre per chi arriva prima ci sarebbe solo l’obbligo del tampone. La misura è estesa anche agli studenti o ai lavoratori che si trovano fuori dal Paese e che tornano a casa per passare il Natale in famiglia. In altre parole: chi vuole passare Natale o Capodanno sulle piste di St. Moritz o al di là del Brennero, al ritorno dovrà farsi un paio di settimane a casa in isolamento.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube