Diritto e Fisco | Articoli

Cosa fare se si perdono le chiavi dell’auto?

25 Febbraio 2021 | Autore:
Cosa fare se si perdono le chiavi dell’auto?

Bisogna fare la denuncia? Si può fare un duplicato di quelle più sofisticate? E a chi bisogna rivolgersi? Ci sono problemi con l’assicurazione?

«Eppure le avevo lasciate qua, al solito posto… Ma dove diamine le avrò appoggiate?». Chissà quante volte l’avrai detto mentre cercavi le chiavi dell’auto. Nel disimpegno dell’ingresso, nella tasca del cappotto o dei pantaloni, nella borsa dove tutto ci sta e niente si trova, nella mensola della sala. «Vuoi vedere che, sopra pensiero, le ho lasciate inserite nel cruscotto in garage?». Niente, nemmeno lì. Non ti resta che arrivare alla conclusione volutamente esclusa in partenza: dopo l’ultima volta che hai usato la macchina, sei andato a piedi a fare un paio di commissioni. Niente di più probabile che tu le abbia perse in quell’occasione. E adesso? Cosa fare se si perdono le chiavi dell’auto?

Metteresti il cuore in pace sapendo di avere la copia di riserva. Il problema è che quella era già sparita tempo fa e facevi affidamento sul mazzo che ora non trovi. A momenti, rimpiangi i tempi in cui le chiavi dell’auto erano di una semplicità mostruosa, somigliavano a quelle della cassetta della posta o del portoncino di casa. Ora, invece, no: hanno codici e codicini. Anzi, alcune nemmeno si inseriscono nel cruscotto perché, anche grazie al sistema di avviamento «Start&Stop», non c’è bisogno di prenderle per aprire la portiera o per far partire la macchina. Rifarle, insomma, non è una passeggiata. Quindi, cosa fare se si perdono le chiavi dell’auto? A chi rivolgersi? Bisogna fare la denuncia di smarrimento? Vediamo.

Perdere le chiavi dell’auto: la copia di scorta

La soluzione più ovvia è, a volte, quella che crea il problema più scontato. Se si perde la chiave dell’auto, certo, non fa piacere ma, dopo l’iniziale sgomento, uno pensa: «Tanto ho quella di scorta». Sei sicuro che tutto sia così semplice? Soprattutto se hai bisogno della macchina con una certa urgenza?

Pensaci bene: di norma, quando si acquista l’auto, si tiene una chiave sempre a portata di mano, cioè quella che si utilizza normalmente, mentre l’altra la si mette in un luogo sicuro. Passano i mesi, passano gli anni, hai sempre usato la stessa chiave. Quella che ora hai perso. L’altra l’hai nascosta da qualche parte. E l’hai nascosta talmente bene che, adesso che ne hai bisogno, nemmeno tu riesci a trovarla perché non ricordi dove l’hai messa. «La casa nasconde ma non ruba», si dice spesso. Eppure, la chiave non salta fuori.

La prima cosa, dunque, la si deve fare ancor prima di perdere le chiavi dell’auto: lasciare la copia di scorta in quel luogo in cui, sicuramente, controllerai prima di guardare altrove: il cassetto della scrivania del tuo studio, quello del comodino, la cartelletta in cui tieni l’archivio dei documenti della macchina.

Perdere le chiavi dell’auto: creare un duplicato

Al momento di acquistare un’auto nuova, la concessionaria deve consegnarti una doppia coppia di chiavi. Come detto, una delle due dovrai custodirla in un posto in cui sai di trovarla quando ti serve. Il problema si pone quando compri un’auto usata da un privato. Come può succedere a te di perdere le chiavi della macchina, può succedere anche a lui. In questo caso, al momento di vendertela, ti consegnerà una copia sola.

Qui hai due possibilità. La più consigliabile è quella di insistere affinché si procuri lui una copia della chiave in suo possesso e te ne consegni due. L’altra, se proprio il venditore non ne vuole sapere visto che questo dettaglio non annulla l’operazione, è quella di andare da qualcuno che ti faccia un duplicato non appena possibile. Ma da chi? Dipende dal tipo di chiave. Se è una che somiglia al vecchio modello, il ferramenta ti può aiutare, ma se si tratta di una chiave più sofisticata, con un codice abbinato alla centralina della macchina per l’apertura a distanza o se si tratta di una scheda come quelle in dotazione per i veicoli con il sistema di avviamento «Start&Stop», la cosa si complica. Dovrai rivolgerti ad uno specialista (un centro privato o la concessionaria in cui hai comprato il veicolo) o alla casa costruttrice della macchina.

Oltre alla chiave da duplicare, dovrai essere in possesso del codice alfanumerico che normalmente viene riportato su una targhetta attaccata alla chiave fornita dal concessionario al momento di ritirare l’auto. Questo codice viene inserito dal centro specializzato ad una delle chiavi «vuote» che hanno in magazzino.

Potrai pensare: «Non riesco a trovare le chiavi della macchina, figurati se riesco a trovare il codice». Niente panico: non sarà una cosa che si risolve in cinque minuti, ma si risolve. Dovrai, in questo caso, fare una di queste operazioni:

  • metterti in contatto con la casa madre o con la concessionaria e comunicare il numero di telaio della macchina (lo trovi sul libretto, quello devi trovarlo per forza);
  • far leggere la centralina dell’auto allo specialista a cui ti sei rivolto per fare il duplicato;
  • chiedere una lettura della serratura della macchina: lo specialista sarà in grado di estrarla e di collegarla ad un apparecchio che rivelerà il codice della chiave.

Perdere le chiavi dell’auto: bisogna fare la denuncia?

Tra le cose da fare se si perdono le chiavi dell’auto c’è anche la denuncia alle forze dell’ordine. Potresti pensare che sarebbe il colmo della sfortuna se qualcuno trova le tue chiavi per terra e indovina di quale macchina sono. Ma pensa per un attimo se, anziché perderle, te le hanno rubate sapendo che auto hai. Non ci vorrà molto: ad un certo punto, oltre a non trovare più le chiavi non troverai nemmeno la macchina.

Fare la denuncia non è obbligatorio, ma è altamente consigliato per vari motivi. Il primo, per quello che hai appena letto: se qualcuno è entrato in possesso delle chiavi e ti ruba l’auto con cui, cinque minuti dopo, compie un reato, avere la denuncia in mano vuol dire che c’è la possibilità che il fatto delittuoso sia stato commesso dal ladro e non da te. Il secondo motivo è meno «drammatico»: qualche anima pia può trovare il tuo mazzo di chiavi per terra e portarlo al commissariato o a una stazione dei Carabinieri. Avendo fatto la denuncia di smarrimento, sarai contattato e riavrai le tue chiavi senza essere costretto a fare i duplicati.

C’è anche un terzo motivo che riguarda l’assicurazione. Torniamo all’esempio del furto delle chiavi. Come detto, chi te le porta via vuole rubarti la macchina. Se hai stipulato una polizza furto e incendio, la compagnia ti chiederà le due copie delle chiavi per avviare il risarcimento. Se te ne manca una ma hai in mano la denuncia di smarrimento, l’assicurazione non potrà dirti nulla, anzi: ti pagherà anche il costo del duplicato. E, già che ci sei, potresti anche fare una polizza contro lo smarrimento delle chiavi: di solito, è compresa in quella furto e incendio dell’auto.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. La prima cosa da fare è cercare di ripristinare il proprio cervello e farsi curare da uno bravo perché vuol dire che sei sbadato. Un mio amico lasciava perennemente le chiavi della sua auto sui tavoli del bar. Ma non è che succedeva ogni tanto. Era proprio sistematico. Allora, un giorno trovi l’onesto o il cameriere che ormai ti conosce e te le conserve. Ma se ti capita di perderle e magari non sei in giro con la tua auto, poi puoi anche rischiare di non ritrovartela più

  2. Purtroppo, può capitare che si perda un mazzo di chiavi tra cui c’è anche quella della tua auto… Ci vuole un po’ di attenzione e anche fortuna in questi casi. Ma come si suol dire, prevenire è meglio che curare, quindi direi che meglio dotarsi di un marsupio o un borsello e conservarle, lo dico soprattutto per i maschietti, spesso più sbadati

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube