Cronaca | News

Vaccino Covid: cosa deve fare chi ha già avuto il virus

3 Dicembre 2020
Vaccino Covid: cosa deve fare chi ha già avuto il virus

Coloro che hanno contratto l’infezione in questi mesi hanno una riserva di anticorpi. Ma quanto durerà?

«Come regalo di Natale avremo i vaccini», ha detto in questi giorni il presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli, cercando il lato positivo delle sobrie festività 2020.

Tra acquisizione delle dosi, distribuzione e logistica sarà una bella sfida. Il piano vaccini anti-Covid dell’Italia dice che medici e anziani saranno tra i primi a doverlo fare. Invece chi ha già avuto il Coronavirus dovrà vaccinarsi?

Il parere negativo

No o almeno non necessariamente, secondo il direttore scientifico dell’Istituto Spallanzani, Giuseppe Ippolito. Il motivo è semplice: chi ha contratto l’infezione ha sviluppato degli anticorpi che gli garantiscono già l’immunità (anche se non è dato sapere precisamente per quanto tempo), tant’è che ci sono casi di reinfezione, come ha chiarito Locatelli all’ultima conferenza stampa, ma sono molto rari.

Ippolito ha aggiunto che, «semmai si dovrà controllare il livello di anticorpi e quando questi dovessero scendere si può considerare una vaccinazione». In ogni caso, chi ha già avuto il Covid non rientra tra le categorie di persone da vaccinare prioritariamente.

Al momento la scelta resta personale

Va poi considerato che molti di coloro che hanno avuto l’infezione da Sars-CoV2 non lo sanno, dal momento che la stragrande maggioranza delle persone che contrae il virus è asintomatica.

Non si procederà a test sierologico prima della vaccinazione, quindi è anche possibile che chi si va a vaccinare lo faccia, in realtà, totalmente inconsapevole di aver già avuto il virus e quindi di aver sviluppato anticorpi.

La scelta, almeno finché non sarà introdotto un obbligo di vaccinazione, rimane strettamente personale anche per coloro che hanno contratto il virus e ne sono consapevoli.

I pareri positivi

«Io li vaccinerei – ha dichiarato oggi al Corriere della Sera Sergio Abrignani, ordinario di Patologia generale all’Università Statale di Milano e direttore dell’Istituto nazionale di genetica molecolare Romeo ed Enrica Invernizzi -. Certamente non avrebbero la priorità, come scelta dal punto di vista logistico, ma dal punto di vista immunologico non c’è nessun problema».

«Anche perché – ha proseguito Abrignani – non sappiamo quanto dura l’immunità naturale e mi sembra più complesso andare a misurare gli anticorpi di chi ha fatto infezione, rispetto a vaccinare queste persone. Succede anche per le altre vaccinazioni, l’epatite B e altre infezioni. Il vaccino influenzale lo facciamo anche a chi ha fatto l’influenza».

Molto scettico sul non vaccinare a prescindere chi ha già avuto il Covid, il professor Alberto Mantovani, direttore scientifico di Humanitas. «I livelli della risposta immunitaria indotta direttamente dai vaccini sono molto più alti rispetto a quelli che osserviamo nella grande maggioranza dei soggetti esposti. Per questo saranno vaccinate anche persone che sono state esposte a Covid», ha detto Mantovani all’agenzia di stampa Adnkronos.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube