Cashback: come avere il bonus senza Spid né app IO

4 Dicembre 2020
Cashback: come avere il bonus senza Spid né app IO

Ecco due alternative all’identità digitale e al documento elettronico: le applicazioni Yap e Nexi Pay.

La via canonica per l’accesso al cashback, il bonus del 10% sulle spese con bancomat e carta di credito, è lo Spid o la carta d’identità elettronica, per poi entrare nell’app Io della pubblica amministrazione (per approfondire leggi qui: Cashback di Natale, come avere il rimborso).

Ma ci sono anche una terza e quarta via targate Nexi. L’azienda italiana specializzata in servizi per il pagamento digitale ha da tempo messo a disposizione Yap, l’applicazione per il mobile payment, direttamente con lo smartphone e anche senza una carta fisica.

Chi la possiede già ed è registrato potrà operare direttamente con l’applicazione, che semplifica l’accesso al cashback: l’utente troverà nell’app un’area dedicata al bonus per i pagamenti con moneta elettronica e un cruscotto che calcola l’importo raggiunto ai fini del cashback.

Sono circa 850mila in Italia i possessori di Yap, la maggior parte dei quali (il 70%) under 30. Chi, invece, non l’ha già scaricata e vorrà procedere per questa via, dovrà farlo e poi registrarsi.

La procedura è semplice. Sono sufficienti i propri dati anagrafici, un numero di cellulare, un indirizzo email, un documento e un video di pochi secondi per il riconoscimento.

Un altro modo per aggirare la procedura di ottenimento dello Spid o della carta d’identità elettronica ai fini del cashback è Nexi Pay, l’app per gestire le carte di credito. Attraverso quest’ultima, dall’8 dicembre, data di inizio del cashback di Natale che poi entrerà a regime spalmato su tutto il 2021, si potrà accedere al beneficio.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube