Cronaca | News

Covid: i controlli della Polizia a Natale e Capodanno

5 Dicembre 2020 | Autore:
Covid: i controlli della Polizia a Natale e Capodanno

La ministra dell’Interno Lamorgese: 70mila agenti nelle città per garantire il rispetto delle misure di sicurezza.

Il Viminale annuncia controlli massicci a Natale e a Capodanno per far rispettare le restrizioni imposte dal  Dpcm anti-Covid entrato in vigore ieri. La ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, ospite oggi di Sky Tg24, ha avvertito che ci saranno 70mila agenti in tutta Italia per contrastare eventuali trasgressioni ai divieti di spostamento tra le Regioni, in particolare dal 21 dicembre al 6 gennaio, e tra i Comuni il 25 e 26 dicembre ed il 1° gennaio. Ci saranno dei controlli anche sul rispetto delle misure anti-assembramento negli esercizi commerciali e nei locali pubblici.

Gli agenti, spiega Lamorgese, «lo faranno con senso di equilibrio perché dal momento in cui teniamo aperti i negozi lo facciamo per salvaguardare un certo tipo di economia. Ma serve anche che i titolari pongano in essere le precauzioni per non fare entrare più persone nello stesso momento».

La ministra ha aggiunto che «sicuramente faremo dei controlli più incisivi alle frontiere e negli aeroporti per chi entra e chi esce. Dobbiamo stare davvero attenti perché l’esperienza di quest’estate non è stata un’esperienza positiva. Dobbiamo evitare una terza ondata».

La titolare del Viminale auspica equilibrio: «Non ci può essere un controllo discreto e non ci può essere una militarizzazione delle città. Andrebbe in controtendenza con la decisione di tenere gli esercizi commerciali aperti. Se abbiamo consentito lo shopping – conclude Lamorgese – ognuno di noi dovrà fare in modo che non ci siano file che determinano rischi di contagio».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube