HOME Articoli

Lo sai che? Pagano anche i sindacati se non tutelano bene i lavoratori

Lo sai che? Pubblicato il 2 gennaio 2014

Articolo di

> Lo sai che? Pubblicato il 2 gennaio 2014

È responsabile il sindacato che tarda ad agire in favore dei lavoratori licenziati illegittimamente: a coprire il risarcimento è l’assicurazione.

Così come l’avvocato che sbaglia è responsabile nei confronti del proprio cliente, anche il sindacato che non tuteli adeguatamente gli iscritti è tenuto a risarcirli. A stabilire la piena tutela nei confronti dell’utente della giustizia è una sentenza del tribunale di Torino [1].

Non raramente i lavoratori decidono di affidare le vertenze da avviare nei confronti del loro datore al sindacato. In buona fede, gli operai sentono di essere pienamente tutelati dopo aver interessato le loro rappresentanze; perciò, queste ultime, sono tenute al rispetto del mandato da svolgere secondo diligenza.

Se però il sindacato non difende adeguatamente i propri iscritti, per esempio ritardando la raccolta delle firme per impugnare il licenziamento o errando nel calcolo dei termini per l’azione giudiziale, è tenuto alla responsabilità contrattuale ed extracontrattuale. Infatti, secondo l’orientamento del tribunale piemontese, i rappresentanti dei lavoratori sono tenuti a risarcire il danno da perdita di chance in favore degli operai che avrebbero ben potuto vincere la causa.

La perdita di chance è una forma di danno che deriva dalla mancata possibilità di conseguire un risultato vantaggioso. Esso va risarcito anche se non viene dimostrata la concreta utilizzazione della chance che avrebbe determinato il vantaggio; risulta infatti sufficiente anche la semplice “possibilità” di conseguire tale risultato.

Se il sindacato è coperto da assicurazione, il lavoratore può richiedere direttamente a quest’ultima il risarcimento del danno [2] in quanto opera l’obbligo di pagamento diretto al danneggiato se lo richiede l’assicurato (ossia il sindacato).

note

[1] Trib. Torino, sent. n. 7201/13.

[2] Opera l’art. 1917 cod. civ. comma 2.

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

Hai un dubbio giuridico, curiosità che ti piacerebbe conoscere? Chiedicelo

CERCA CODICI ANNOTATI