Diritto e Fisco | Articoli

L’erede non può circolare con l’auto del genitore defunto

22 maggio 2014


L’erede non può circolare con l’auto del genitore defunto

> Diritto e Fisco Pubblicato il 22 maggio 2014



La proprietà dell’auto va intestata all’erede: necessario aggiornare il certificato di proprietà, la carta di circolazione e l’assicurazione.

Quando decede il proprietario di un’auto, gli eredi non possono liberamente utilizzare il mezzo e circolare su strada se ancora, nel libretto di circolazione, non è stata variata l’intestazione e la relativa assicurazione risulta in capo al defunto. Tale situazione è del tutto illegittima.

Quando si eredita un veicolo si deve autenticare la firma dell’erede sull’atto di accettazione dell’eredità. Ciò può essere fatto entro dieci anni dal decesso.

Entro sessanta giorni dall’autentica bisogna poi provvedere a registrare l’atto all’ufficio provinciale dell’Aci – Pubblico registro automobilistico (Pra). Quest’ultimo rilascerà il certificato di proprietà aggiornato a nome dell’erede o degli eredi.

Quindi va richiesto l’aggiornamento della carta di circolazione alla Motorizzazione.

Infine bisogna stipulare una nuova polizza Rc auto che va attribuita sempre all’intestatario dell’auto.

La mancata richiesta di aggiornamento del Certificato di proprietà e della carta di circolazione determina l’applicazione, in caso di controllo su strada, di sanzioni pecuniarie, oltre al ritiro della carta di circolazione come previsto dal Codice della strada.

In alternativa, qualora non si utilizzi più l’auto, sarà opportuno affidarla ad un demolitore autorizzato dalla Provincia che ne curerà la demolizione e la pratica di cancellazione dal Pra. L’erede dovrà richiedere al demolitore certificazione di rottamazione e il certificato di radiazione validi anche ai fini tributari per non dover più corrispondere il bollo auto.

note

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

2 Commenti

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI