Cronaca | News

Covid: le Regioni in zona gialla da domenica

9 Dicembre 2020
Covid: le Regioni in zona gialla da domenica

La mappa dell’Italia verso un nuovo cambio di colori. Da domenica entreranno in vigore le nuove regole per i territori che non saranno più arancioni.

Verso un’Italia completamente tinta di giallo. Sono quattro le Regioni che, dalla fascia arancione di rischio medio di contagio da Coronavirus, passeranno a quella di rischio inferiore.

Si parla, in particolare, di un cambio colore per Lombardia, Piemonte, Toscana e Campania, questa almeno l’ipotesi che va per la maggiore al momento.

La nuova ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza dovrebbe entrare in vigore domenica 13 dicembre, in base ai dati del monitoraggio settimanale che verranno presentati l’11.

La soddisfazione di Fontana

Per la Lombardia, la notizia è stata data oggi con soddisfazione dal presidente della Regione Attilio Fontana.

«Il ministro Speranza mi ha informato che, come per le volte precedenti, venerdì firmerà l’ordinanza, sabato sarà pubblicata e domenica entrerà in vigore – ha scritto Fontana sui social -. Il trend dei numeri in Lombardia si conferma in diminuzione sia per quanto riguarda la circolazione del virus, sia per i ricoveri nei reparti ordinari che intensivi. Un risultato raggiunto grazie ai comportamenti virtuosi di tutti i lombardi».

Fontana li esorta a continuare su questa strada e a non abbassare la guardia.

Cosa cambia 

Ma cosa cambia per le regioni che passano dalla fascia arancione a quella gialla? Naturalmente, resteranno le quotidiane precauzioni anti-Covid valevoli per tutti ed entrate ormai a far parte della nostra vita (distanziamento, mascherine, igiene delle mani), ma soprattutto:

  • torna la possibilità di spostarsi senza autocertificazione dal proprio Comune di residenza e dalla propria Regione (possibilità che non era negata, ma vincolata a urgenze o esigenze di lavoro e salute), nonostante rimanga fortemente raccomandato non uscire di casa;
  • i ristoranti e i bar potranno aprire a pranzo e fino alle 18, mentre nelle regioni arancioni è prevista la chiusura sette giorni su sette.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube