Diritto e Fisco | Articoli

Case popolari: il figlio subentra al padre nella locazione

3 Gennaio 2014
Case popolari: il figlio subentra al padre nella locazione

Il figlio dell’assegnatario di una casa popolare, subentra nel contratto di locazione del padre, anche se cambia residenza per motivi di lavoro.

Alla morte dell’assegnatario di un alloggio popolare, il figlio subentra nel contratto di locazione del padre anche se per motivi di lavoro è costretto a cambiare residenza; il cambio di residenza, infatti, non è un motivo di decadenza dall’assegnazione di una casa popolare.

Come ottenere una casa popolare

Per poter essere assegnatari di un alloggio popolare bisogna partecipare ad un bando di concorso indetto dal proprio Comune di residenza.

 

Requisiti

Per la partecipazione al bando è necessario avere dei requisiti che qui di seguito vengono elencati in maniera riassunta:

a) cittadinanza italiana o di uno Stato aderente all’Unione europea. Sono ammessi i cittadini di altri Stati e gli apolidi titolari di carta di soggiorno; oppure regolarmente soggiornanti ed in possesso di permesso di soggiorno almeno biennale e che esercitano una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo;

b) residenza anagrafica o attività lavorativa esclusiva o principale nel Comune a cui si riferisce il bando di concorso;

c) assenza di precedenti assegnazioni in proprietà immediata o futura di alloggio realizzato con contributi pubblici;

d) assenza di precedenti finanziamenti agevolati in qualunque forma concessi dallo Stato e da enti pubblici;

e) reddito  annuo complessivo del nucleo familiare  in misura non superiore ad € 24.689,00. Qualora il nucleo familiare abbia un numero di componenti superiore a due, il reddito complessivo annuo del nucleo è ridotto di € 516,46 per ogni componente oltre i due, fino ad un massimo di € 3.098;

f) non aver ceduto in tutto o in parte, fuori dei casi previsti dalla legge, l’alloggio di edilizia residenziale pubblica eventualmente assegnato in precedenza in qualsiasi forma;

g) non occupare senza titolo un alloggio di edilizia residenziale pubblica.

Per ragioni di chiarezza argomentativa, molti altri requisiti sono stati tralasciati; inoltre ogni Comune è libero di inserire ulteriori condizioni all’interno del bando di concorso.

Cosa succede se muore l’assegnatario della casa popolare?

La regola è che, al titolare dell’assegnazione, una volta defunto, subentri un parente o un componente che faccia parte del nucleo familiare.

Cosa si intende per nucleo familiare?

Per nucleo familiare si intende la famiglia costituita dai coniugi oppure da un genitore e dai figli legittimi, naturali, riconosciuti e adottivi e dagli affiliati con loro conviventi (per es.: suoceri, generi o nuore).

Fanno altresì parte del nucleo familiare :

1. il convivente more uxorio;

2. gli ascendenti;

3. i discendenti;

4. i collaterali fino al terzo grado.

Presupposto fondamentale è che uno dei componenti della famiglia abbia convissuto stabilmente con l’assegnatario almeno due anni prima dalla data di pubblicazione del bando di concorso e che la convivenza sia dimostrata nelle forme di legge.

La vicenda

Detto ciò, anche un figlio ha il diritto di subentrare nel contratto di locazione del padre nonostante questi abbia cambiato la residenza per motivi di lavoro. È ciò che ha stabilito qualche tempo fa il TAR del Lazio [1].

Al figlio infatti era stata negata la voltura del contratto di locazione, per l’alloggio afferente l’edilizia residenziale pubblica, perché lo stesso era stato costretto a cambiare la propria abitazione per motivi di lavoro.

Il TAR, invece, ha accolto il ricorso, ritenendo che il cambio di residenza, peraltro in un territorio dello stesso Comune, non sia motivo di decadenza dall’assegnazione di un alloggio popolare.


Quando muore l’assegnatario di un alloggio popolare subentrano nel contratto di locazione tutti i componenti del nucleo familiare. In parole semplici, hanno diritto a rimanere nell’alloggio familiare sia il coniuge, ma anche i figli e tutte quelle persone che a vario titolo fanno parte del nucleo familiare, purché dimostrino di convivere con l’assegnatario da almeno due anni prima della partecipazione al bando per l’assegnazione di case popolari. Premesso ciò, il diritto di assegnazione non può essere neppure negato al figlio che, per motivi di lavoro, cambi residenza, trasferendola nel territorio dello stesso Comune. Il semplice cambio di residenza non è un valido motivo per non accogliere la domanda di partecipazione al bando per l’assegnazione delle case popolari.

note

[1] Tar del Lazio sent. n. 5037 del 20.05.2013.

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

81 Commenti

  1. Mi scusi li ci abitava mio padre e quando è morto mio padre mio fratello che fa residenza li ma non ha mai abitato può mettere un altro fratello dentro quando questo non ha la residenza li Comi infatti lui adesso è li che abita perché mio fratello cosi ha voluto perché dato che cia la resistenza li ha detto che lui che comanda però lui abita in un altro l’alloggio io voglio un aiuto mio padre cie stato per 30 in quell alloggio e adesso per colpa di mio fratello non posso nemmeno andare a prendere un caffè per avere un attimo di ricordo dei miei genitori e addirittura non hanno fatto nemmeno la voltura della gori che è ancora intestato a mio padre e ci sono anche dei debiti da pagare sulla gori e mi sono andata ad informare e mi hanno detto che tutti i figli devono pagare i debbiti della gori quando loro stanno dentro abbusivi ed io devo pagare non è giusto

  2. Mi scusi ancora mio fratello che fa residenza li non ha mai abbitato li ed è stato lui a metterci l altro fratello dentro abusivamente se è possibile avere un suo recapito telefonico la ringrazierei moltissimo se è possibile la prego o se volete vi do il mio grazie mille

        1. Grazie a te Teresa. Ci fa piacere essere d’aiuto ai nostri lettori cercando di risolvere le questioni più complesse che si trovano ad affrontare ogni giorno. Se tuo fratello ha occupato abusivamente l’appartamento di tuo padre, i nostri esperti cercheranno di consigliarti la miglior soluzione possibile per tutelarvi. Continua a seguire il nostro portale!

  3. buongiorno sono stato residente con mia madre a Rieti assegnataria del alloggio per 2 anni poi per cause lavorative ho dovuto trasferire la residenza in altro comune,ma da 8 mesi sono di nuovo con mia madre residente e nello stesso stato di famiglia in alloggio popolare, se mia madre muore ho diritto al alloggio ? grazie

  4. Salve, mio zio e’ l’assegnatario di un apartamento comunale. Ci sono anche i miei genitori e mio cugino (figlio di mio zio) registrati a questa residenza. Vorrei sapere se mio fratello e sua moglie che vivono all’estero e vogliono trasfersi qui in Italia, posso avere la residenza anche loro a questa residenza? L’apartamento ha 3 camere da letto. Mio zio e’ registarato al AIRE. La ringrazio.

    1. Elena leggi i nostri articoli:
      -Assegnazione di case popolari: non sempre il familiare ha diritto al subentro https://www.laleggepertutti.it/92840_assegnazione-di-case-popolari-non-sempre-il-familiare-ha-diritto-al-subentro
      -Case popolari: quando spetta la restituzione del prezzo https://www.laleggepertutti.it/227728_case-popolari-quando-spetta-la-restituzione-del-prezzo
      -Sfratto casa popolare https://www.laleggepertutti.it/290106_sfratto-casa-popolare
      Se desideri sottoporre il tuo caso specifico all’attenzione dei professionisti del nostro network, puoi richiedere una consulenza cliccando qui https://www.laleggepertutti.it/richiesta-di-consulenza

  5. ,Buongiorno Vorrei un’informazione, Per quanto riguarda le case popolari, praticamente io abito e sono proprietario del contratto di una casa popolare adesso mi sono sposato e sto aspettando la residenza di mia moglie e mia figlia e siccome ho trovato lavoro in Svizzera dovrei fare residenza fuori dall’Italia e mi è stato riferito che potrei perdere la casa. Io vorrei sapere potrei cambiare il contratto e intestarlo a mia moglie Quando avrà la residenza? In modo da non perdere la casa

  6. Salve , vivo dinuovo a casa di mia madre da 2 anni ovviamente con residenza , sia io che i miei figlii , una volta sposata anche mio marito , addirittura l istituto ha dato il nulla osta a lui per poter fare la residenza ,,,,, il problema sta che a dicembre 2020, mia madre si risposa e andrà a vivere con il suo nuovo marito , e li vorrei capire cosa succede ??? Mi dovrebbero fare nuovo contratto ???? ovviamente a me , che sono la figlia e ho gia superato i due anni di residenza??? E cmq il contratto di mia mamma e quello di 20 anni fa e risulto anche io !Grazie in anticipo

  7. Salve mio padre e deceduto da oltre 8 mesi mia madre adesso vive da sola in un un’alloggio popolare io figlio vivo a Roma ma e da tre mesi che ho fatto la residenza a casa di mia madre, per tanto mia madre dovrebbe assentarsi il contratto di casa per ancora esce a mio padre volevo sapere se e possibile che nel contratto di casa mia madre può mettere anche me siccome quelle case sono a riscatto in modo che possa un giorno comprare .grazie

  8. Buonasera,avrei bisogno di una consulenza. Ho la residenza in una casa popolare che attualmente è occupata da mia sorella,la quale ha chiaramente dichiarato di non volermi lasciare casa,in quanto ha 2 bambini. Posso io trasferire la residenza a casa che era di mio padre?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube