HOME Articoli

Lo sai che? Guasti e rotture di tubi negli edifici: risponde il condominio o il proprietario?

Lo sai che? Pubblicato il 16 gennaio 2014

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 16 gennaio 2014

Si è verificata una rottura di una conduttura idrica all’interno del mio stabile: le spese di ricerca e riparazione del guasto vanno addebitate al condominio (e quindi all’assicurazione) oppure al singolo proprietario cui era diretta la linea idrica?

Dopo la recente riforma del condominio, nell’individuare le parti comuni dell’edificio, il codice civile [1] stabilisce che “sono oggetto di proprietà comune… le opere, le installazioni, i manufatti di qualunque genere destinati all’uso comune, come gli ascensori, i pozzi, le cisterne, gli impianti idrici e fognari … e i relativi collegamenti fino al punto di diramazione ai locali di proprietà individuale dei singoli condomini, oppure, in caso di impianti unitari, fino al punto di utenza, salvo quanto disposto dalle normative di settore in materia di reti pubbliche”.

In tali ipotesi, la responsabilità per il caso di guasto spetta al condominio.

Tutto ciò che non rientra nella predetta elencazione si considera di proprietà esclusiva del singolo condomino.

La Cassazione ha più volte affermato un criterio per stabilire cosa si intenda di proprietà del condominio e cosa, invece, del singolo condomino.

Canali di scarico

Secondo la Corte, i canali di scarico sono oggetto di proprietà comune solo fino al punto di diramazione degli impianti ai locali di proprietà esclusiva.

La braga

Al contrario, la braga è quell’elemento di raccordo fra la tubatura orizzontale di pertinenza del singolo appartamento e la tubatura verticale, di pertinenza invece del condominio.

Pertanto, essendo strutturalmente posta nella diramazione, non rientra nella proprietà del condominio, che è tale perché serve all’uso (ed al godimento) di tutti i condomini.

La braga, infatti, qualunque sia il punto di rottura della stessa, serve soltanto a convogliare gli scarichi di pertinenza del singolo appartamento, a differenza della colonna verticale che, raccogliendo gli scarichi, di tutti gli appartamenti, serve all’uso di tutti i condomini.

Come individuare il responsabile

Da quanto appena espresso, emerge che per individuare il “soggetto” (condominio o singolo condomino) a cui addebitare le relative spese non indennizzate – di “ricerca e riparazione guasto” – occorre capire, anche sulla base delle precisazioni normative e giurisprudenziali, se la tubatura in questione sia di proprietà condominiale o individuale.

Pertanto, se il punto in cui risulta essere avvenuta la rottura riguarda una tubatura di proprietà esclusiva del singolo condomino, conseguentemente tutti i danni derivanti e le relative “spese non indennizzate” saranno addebitabili allo stesso condomino e non al condominio.

note

[1] Art. 1117 cod. civ.

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

5 Commenti

  1. Domanda: Se un tubo idrico che proviene da un condominio si rompe sotto un suolo pubblico… chi paga?

  2. Aiutatemi vi prego.
    Ho appena ristrutturato casa. L’impianto di riscaldamento è condominiale.
    Oggi hanno riempito gli impianti e solo nella mia abitazione due termosifoni perdono, mi potete dire chi deve pagare la riparazione?
    Spetta a me o al condominio?
    Mi privo al primo piano.
    Grazie infinite

  3. Ho appena ristrutturato casa. L’impianto di riscaldamento è condominiale.
    Oggi hanno riempito gli impianti e solo nella mia abitazione due termosifoni perdono, mi potete dire chi deve pagare la riparazione?
    Spetta a me o al condominio?
    Mi privo al primo piano.
    Grazie infinite

  4. Ho ricevuto un danno dal appartamento del portiere del mio stabile… Il suo tubo di scarico mi ha danneggiato proprietà mie sottostanti .. Chi paga ? Il portiere o il condominio come proprietario dell appartamento stesso ?

  5. i tubi di raccordo dell’acqua dei singoli condomini sono posizionati sulla terrazza privata del condomino abitante la primo piano cui sono collegati dai contatori posizionati al piano terra condominiale. non so come si è rotto il tubo che collega al nostro appartamento posizionato al piano 5 .
    chi deve pagare? noi , il condominio o il proprietario della terrazza….?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI