Cronaca | News

Covid: chi ha l’obbligo di quarantena se rientra dall’estero

10 Dicembre 2020
Covid: chi ha l’obbligo di quarantena se rientra dall’estero

Viaggiatori di ritorno dall’area Schengen a un bivio: o fanno il tampone e portano con sé l’attestazione del risultato negativo o si mettono in isolamento.

Chi rientra in Italia da uno Stato qualunque dell’area Schengen ha due possibilità: fare il tampone (rapido o molecolare) ed essere in possesso dell’esito negativo o mettersi in quarantena. Lo prevede l’ultimo dei Dpcm entrati in vigore, quello del 3 dicembre. Norma che, a quanto pare, fino a questo momento, era passata in sordina, dato che molti viaggiatori non lo sapevano.

Vale da oggi, 10 dicembre, e per i prossimi dieci giorni, fino al 20, e interesserà, con buona approssimazione, qualcosa come almeno trecentomila persone con in programma un viaggio in Italia a ridosso delle feste.

In pratica, è come se l’area Schengen, dove rientrano Paesi europei e non per un totale di 26, fosse equiparata alla stregua di una zona rossa e trattata come tale.

Da quanto riporta il Corriere della Sera, pare che, però, non ci sia un’autorità delegata a vigilare sull’ottemperanza del viaggiatore alle istruzioni. O meglio: i controlli variano da aeroporto ad aeroporto ed è più plausibile che siano rafforzati nelle regioni in fascia arancione, che però lo resteranno per poco, dal momento che si avvicina la nuova ordinanza del ministro della Salute con cui regioni come la Lombardia, il Piemonte, la Toscana e forse anche la Campania diventeranno gialle.

Non è comunque più possibile fare il tampone una volta atterrati in Italia; bisogna eseguirlo prima, nelle 48 ore precedenti la partenza. A meno che non si abbia abbastanza tempo a disposizione da potersi mettere in autoisolamento precauzionale appena arrivati. Soluzione che difficilmente verrà ritenuta preferibile.

Ecco la lista completa degli Stati in cui si dovrà fare il tampone prima di raggiungere l’Italia, o eventualmente sottoporsi a quarantena dopo:

  • Austria;
  • Belgio;
  • Bulgaria;
  • Cipro;
  • Croazia;
  • Danimarca;
  • Estonia;
  • Finlandia;
  • Francia;
  • Germania;
  • Grecia;
  • Irlanda;
  • Lettonia;
  • Lituania;
  • Lussemburgo;
  • Malta;
  • Paesi Bassi;
  • Polonia;
  • Portogallo;
  • Repubblica Ceca;
  • Romania;
  • Slovacchia;
  • Slovenia;
  • Spagna;
  • Svezia;
  • Ungheria;
  • Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord;
  • Islanda;
  • Norvegia;
  • Liechtenstein;
  • Svizzera;
  • Andorra;
  • Principato di Monaco.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube