Politica | News

Conte: le sue vie di uscita dalla crisi di Governo

11 Dicembre 2020
Conte: le sue vie di uscita dalla crisi di Governo

La replica a Renzi sui pieni poteri e la promessa di incontrare l’opposizione.

Pronto al dialogo con tutti. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sfodera una volta in più le sue doti da equilibrista, in un terreno più accidentato che mai.

Dopo l’intervista incendiaria di Matteo Renzi, che si è detto pronto a ritirare il sostegno all’Esecutivo «se Conte vuole pieni poteri come Salvini» (per approfondire leggi qui: Renzi avverte Conte: pronto a far cadere il Governo), la maggioranza è scossa da nuove tensioni.

Il premier ha replicato da Bruxelles, in conferenza stampa post-Consiglio europeo, puntualizzando: «Siamo il Paese che sta parlamentarizzando più di tutti il piano nazionale di ripresa. Porteremo questo documento in Parlamento: i singoli progetti verranno approvati dal Parlamento. E ci confronteremo con tutte le parti sociali, anche con l’opposizione». Come a dire: il contrario dei pieni poteri.

Poi, più direttamente: «Continuerò finché ci sarà una maggioranza a sostenermi. Conto di incontrare presto le delegazioni di maggioranza. Ci sono istanze critiche contro il Governo – non ha nascosto il capo dell’Esecutivo -, dobbiamo capire che cosa nascondono, quali obiettivi. È chiaro che per andare avanti, di fronte alle sfide che abbiamo, dobbiamo essere chiari e trasparenti con il Paese. Non dobbiamo nasconderci. I cittadini soffrono, abbiamo una seconda ondata che stiamo cercando di contenere. È in arrivo un programma da 209 miliardi: è chiaro che dobbiamo dimostrare di essere all’altezza».

Intanto, si scalpita anche dalle parti dell’opposizione. Il leader della Lega Matteo Salvini si dice disponibile a un Governo di unità nazionale che traghetti gli italiani nella transizione dalla fine del Conte bis a nuove elezioni.

Conte è pronto a incontrare anche lui. «Ieri Matteo Salvini mi ha mandato un messaggio e mi ha chiesto disponibilità al confronto: gli ho risposto dicendo che ovviamente, come anticipato più volte, il tavolo di confronto del Governo con l’opposizione resta sempre aperto – ha spiegato il premier, sempre da Bruxelles -. Gli ho detto che ci confronteremo anche con la Lega e con le altre forze di opposizione che lo vorranno. Adesso c’è da capire meglio quali sono le istanze delle singole forze politiche».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube