Diritto e Fisco | Articoli

Divorzio breve all’estero: c’è anche l’hotel del divorzio


Divorzio breve all’estero: c’è anche l’hotel del divorzio

> Diritto e Fisco Pubblicato il 8 gennaio 2014



Le coppie possono divorziare in Spagna, Romania, Olanda e Regno Unito senza aspettare i tre anni invece necessari in base alla legge italiana.

In Italia è possibile chiedere il divorzio solo dopo tre anni dalla separazione; chi vuole separarsi in maniera più veloce può farlo recandosi all’estero.

Prima di entrare nel vivo della questione, è opportuno stabilire qual è la differenza tra separazione e divorzio.

Separazione

Con la separazione, i coniugi non pongono fine al rapporto matrimoniale, semplicemente ne sospendono gli effetti, perché nell’arco di tre anni è possibile che la coppia possa riconciliarsi. La separazione può essere:

consensuale: quando i coniugi non sono in conflitto e pacificamente si mettono d’accordo sulle condizioni della separazione; l’accordo viene poi “convalidato” dal tribunale attraverso una procedura che è appunto detta “separazione consensuale”;

giudiziale: quando i coniugi sono in conflitto tra loro, guerreggiano aspramente sulle condizioni della separazione e chiedono l’intervento del giudice affinché, con sentenza, stabilisca le condizioni della separazione.

Le stesse regole valgono per il successivo divorzio che può, appunto, essere consensuale oppure giudiziale.

Divorzio

Con il divorzio [1] viene invece pronunciato lo scioglimento del matrimonio o la cessazione degli effetti civili (se è stato celebrato matrimonio concordatario con rito religioso, cattolico o di altra religione riconosciuta dalla Stato italiano).

La cessazione del matrimonio produce effetti dal momento della sentenza di divorzio e, in seguito al divorzio, il coniuge può pervenire a nuove nozze. Il divorzio si può chiedere solo dopo che siano trascorsi almeno tre anni dalla separazione; i tempi sono quindi lunghissimi e, nonostante qualche tempo fa sia stato presentato un testo di legge per il “divorzio breve“, ad oggi è tutto fermo.

È possibile però aggirare l’ostacolo della burocrazia italiana recandosi all’estero ed ottenere in tempi rapidissimi un divorzio.

Tale procedura è possibile solo se le parti sono già d’accordo sui termini del divorzio e, quindi, se intendano procedere al divorzio consensuale.

In quale Paese si può ottenere il divorzio breve?

Uno dei Paesi della Comunità Europea più gettonati per il divorzio breve è la Spagna. Dinanzi all’autorità spagnola viene fissata un’apposita udienza a cui può partecipare anche solo un avvocato munito di delega, in qualità di rappresentante di entrambi i coniugi; quindi, non è richiesta la presenza fisica dei coniugi.

Anche la Romania è una meta abbastanza ambita per chi vuole “scoppiare”. In un precedente articolo abbiamo chiarito quale sia la procedura (leggi “Divorzio breve in Romania: è davvero possibile?”).

Quale procedura bisogna seguire?

Per poter depositare il ricorso è necessario che almeno una delle due parti abbia trasferito il proprio domicilio in Spagna. Una volta ottenuta la sentenza di divorzio, si potrà procedere con la relativa trascrizione presso il Comune italiano dove sono state celebrate le nozze, in base ad un principio comunitario [2].

Dopo quanto tempo il divorzio ottenuto all’estero è valido in Italia?

Dopo aver ottenuto la trascrizione, il divorzio avrà validità immediata anche in Italia: il tutto entro circa quattro mesi.

Quali sono i costi di un divorzio breve?

A fronte del notevole risparmio di tempo, i costi non sono proprio bassi: variano dai 4.000 ai 10.000 euro.

Quali sono gli altri Paesi in cui chiedere il divorzio breve?

1. Romania: 2-4 mesi;

2. Olanda: 3-4 mesi;

3. Regno Unito: circa 6 mesi.

Che cos’è l’hotel del divorzio?

Ad Amsterdam, per il divorzio breve, si sono inventati una catena di alberghi dal nome “Divorce Hotel”. Gli alberghi sono lussuosissimi, cinque stelle e, in un solo weekend, marito e moglie possono dirsi addio. La coppia viene seguita da un team di professionisti (un notaio, un commercialista, persino un consulente finanziario, un agente immobiliare, uno psicologo). Ci sono anche gli avvocati che si occupano della consulenza legale e delle pratiche necessarie. Il pacchetto divorzio costa 2.490 euro e nel prezzo sono inclusi tutti i confort dell’albergo.

note

[1] L. n. 898 dell’1.12.1970.

[2] Princ. Comun. n. 2201 dell’1.03.2005: “le decisioni pronunciate in uno Stato membro sono riconosciute negli altri Stati membri senza che sia necessario il ricorso ad alcun procedimento”.

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI