Diritto e Fisco | Articoli

Dove richiedere la pensione?

17 Dicembre 2020 | Autore:
Dove richiedere la pensione?

Domanda di pensionamento Inps: a chi rivolgersi, procedura telematica, documenti e dati utili.

Sei molto vicino alla data di maturazione dei requisiti per la pensione e vorresti inoltrare subito la domanda. Ti hanno detto, però, che non devi andare all’Inps per richiedere il pensionamento, nonostante sia proprio l’Inps l’ente che ogni mese eroga l’assegno.

Allora, dove richiedere la pensione? La domanda di pensione deve essere sempre inviata all’Inps: non la puoi presentare, tuttavia, recandoti personalmente presso gli sportelli della tua sede di riferimento, ma con altre modalità.

Nel dettaglio, per richiedere la pensione puoi inoltrare la domanda telematica attraverso il sito web dell’Inps, operazione che puoi completare se possiedi già le credenziali dispositive per accedere ai servizi online dell’istituto. In alternativa, puoi recarti presso un patronato oppure contattare il call center dell’Inps al numero verde 803.164 oppure allo 06.164.164, a pagamento se chiami da un cellulare. Ti occorre comunque il Pin per contattare il call center per la domanda di pensione. Solo se ti rechi presso un patronato non hai necessità di alcuna credenziale dispositiva.

Come dici? Nella tua zona, hai difficoltà ad ottenere un appuntamento con un patronato in tempi brevi e ogni volta che telefoni al call center dell’Inps non riesci mai a prendere la linea?

Vediamo allora i passaggi principali per richiedere la pensione online, attraverso il sito web dell’Inps.

Come accedere ai servizi web dell’Inps

In primo luogo, per poter inviare la domanda di pensione devi possedere le credenziali dispositive: si tratta di credenziali di accesso personali, ottenute tramite identificazione, che ti consentono di utilizzare la maggior parte dei servizi online messi a disposizione dall’Inps.

Puoi utilizzare uno di questi strumenti:

  • Pin dispositivo dell’Inps: l’istituto, da ottobre 2020, non rilascia nuovi Pin, in quanto a breve il sito sarà accessibile solo tramite Spid, sistema pubblico di identità digitale; se hai già il Pin dispositivo, ad ogni modo, puoi ancora utilizzare il tuo codice fiscale ed il Pin per accedere alla domanda di pensione;
  • carta di identità elettronica;
  • carta nazionale dei servizi;
  • Spid, che tra non molto tempo diverrà la modalità principale per accedere a tutti i servizi delle pubbliche amministrazioni.

Non hai lo Spid? Leggi la guida: Come ottenere lo Spid.

Quale servizio online per la domanda di pensione?

Effettuato l’accesso presso il sito web dell’Inps, devi ora entrare nel servizio online che ti consentirà di inviare la domanda di pensione. Qual è questo servizio? Il servizio si trova nel percorso Prestazioni e servizi/Domanda di prestazioni pensionistiche: pensione, ricostituzione, ratei maturati e non riscossi, certificazione del diritto a pensione.

In alternativa, puoi semplicemente digitare “domanda di pensione” nella maschera di ricerca, che trovi in alto a destra nelle pagine web del sito Inps, e scegliere il servizio corretto tra i diversi che il sistema ti proporrà.

Entrato nella home page del servizio, devi selezionare il riquadro: Nuova prestazione pensionistica.

Scelta del tipo di pensione

A questo punto, devi scegliere la tipologia di pensione corretta selezionando uno dei seguenti riquadri:

  • pensione di vecchiaia/anticipata: clicca su questo riquadro se devi richiedere la pensione anticipata Fornero, o a 64 anni, la quota 100, l’opzione donna, la pensione anticipata precoci, la pensione di anzianità per lavori usuranti, la pensione di vecchiaia ordinaria o con 5 anni di contributi, la pensione di vecchiaia anticipata, con deroga Amato (15 anni di contributi), la pensione anticipata o di vecchiaia in regime di cumulo o totalizzazione;
  • assegno ordinario di invalidità/pensione di inabilità;
  • certificazioni;
  • assegno sociale e indennità di talassemia major;
  • indennizzo per la cessazione dell’attività commerciale;
  • Ape sociale.

Dati anagrafici

Si apre a questo punto una schermata nella quale devi compilare i tuoi dati anagrafici ed i recapiti. Se sei coniugato, devi inserire il codice fiscale del coniuge e la data del matrimonio: il sistema lo troverà e ti chiederà se i dati relativi alla residenza sono uguali a quelli del titolare, cioè ai tuoi.

Ultimata la compilazione dei campi richiesti, puoi andare avanti alla selezione del “prodotto”, cioè del tipo di pensione da richiedere.

Selezione del prodotto- tipo di pensione

Il “prodotto” che puoi selezionare è:

  • pensione di anzianità/anticipata;
  • pensione di vecchiaia.

Tipo

La pensione di anzianità/anticipata è suddivisa nei seguenti “tipi” che vedi nell’immagine, come requisito quota 100 o “contributivo sperimentale lavoratrici DL 4/2019”, ossia opzione donna.

La pensione di vecchiaia è suddivisa nei seguenti “tipi” che vedi nell’immagine successiva:

A sua volta, un tipo può essere suddiviso in più tipologie.

Gestione

Continuando nella compilazione del prodotto, la procedura richiede l’indicazione della gestione previdenziale di appartenenza:

  • lavoratori dipendenti;
  • Cd/Cm cioè coltivatori diretti, coloni e mezzadri;
  • artigiani;
  • commercianti;
  • ex Enpals;
  • lavoratori parasubordinati (gestione Separata);
  • fondi speciali;
  • totalizzazione o cumulo, nel caso in cui si possieda contribuzione in più gestioni.

Fondo

La procedura può richiedere anche il fondo di appartenenza, se la gestione ne ha più di uno.

Ad esempio, per la gestione dipendenti:

  • Fpld, fondo pensioni lavoratori dipendenti;
  • piccola pesca;
  • ex Inpdai- dirigenti;
  • ex spedizionieri doganali;
  • marittimi ante 1965.

Se si richiede il cumulo oppure la totalizzazione, la procedura chiede di indicare l’ente istruttore, ossia Inps gestione privata o Inps gestione pubblica.

Puoi anche richiedere, inserendo la spunta nell’apposita voce alla fine della schermata, l’utilizzo di periodi di lavoro effettuati in Paesi esteri, se possiedi contributi in Stati in convenzione internazionale bilaterale con l’Italia.

Cliccando prima su prosegui, poi su salva e prosegui, la fase di scelta del “prodotto” (così è chiamato il servizio dall’Inps) è terminata e si accede alla compilazione della domanda di pensione.

Blocco della domanda di pensione

Attenzione: se sei molto lontano dalla maturazione dei requisiti anagrafici per la pensione richiesta, qualora previsti, il sistema ti blocca, con la dicitura “Non si sono maturati i requisiti di età per il prodotto richiesto”.

Sezioni della domanda di pensione

Terminata la compilazione del prodotto senza che si siano verificati blocchi, puoi proseguire nella compilazione della domanda di pensione.

Devi, in particolare, compilare le seguenti sezioni, accessibili dal menu presente sulla sinistra della schermata:

  • dichiarazioni: sull’attività lavorativa, sull’inabilità, dichiarazioni aggiuntive (ad esempio su riscatti, ricongiunzioni di contributi…); richieste aggiuntive, deleghe sindacali;
  • redditi: si devono dichiarare, a seconda delle ipotesi, i redditi propri, anche presunti, e del coniuge;
  • tutele giuridiche;
  • pagamento: per indicare il metodo di pagamento della pensione, come conto corrente- iban, etc;
  • stato di famiglia
  • nella schermata documenti puoi allegare la documentazione necessaria.

Documenti

Ad ogni istanza di pensionamento presentata è associata una serie di documenti da presentare alla sede Inps affinché la liquidazione della prestazione vada a buon fine. Quali sono i documenti per la domanda di pensione?

L’elenco dei documenti richiesti varia a seconda della tipologia di pensione, che deve essere selezionata, nella procedura di domanda online, nel riquadro “prodotto”: i documenti obbligatori sono contrassegnati da un asterisco. Per conoscerli tutti, leggi: Documenti per domanda pensione.

Compilazione e invio domanda

Come si compilano, nel dettaglio, tutte le sezioni da cui è composta la domanda di pensione, come ci si muove da un riquadro all’altro, come si salvano i propri progressi nella compilazione? Per sapere, nel dettaglio, come compilare tutte le schermate, puoi osservare quanto descritto nella Guida alla domanda di pensione di vecchiaia/ anticipata.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube