Cashback: sconto su tasse, bollette e abbonamenti

17 Dicembre 2020 | Autore:
Cashback: sconto su tasse, bollette e abbonamenti

Si ha diritto allo sconto anche sul versamento del bollo auto, dell’Imu o sulla spesa della pay-tv. Purché si paghi fisicamente e non online.

Non solo la spesa nel negozio di alimentari, al ristorante o per i regali di Natale: è possibile beneficiare del cashback di Stato anche sul pagamento delle tasse (bollo auto, Imu e Tari, ad esempio), delle bollette di luce e gas, dell’abbonamento alla pay-tv. L’importante, come sempre, è pagare con moneta elettronica, cioè carta di credito, Bancomat o app nelle tabaccherie o negli esercizi convenzionati.

Una conferma arriva dall’Enel che, in un comunicato stampa, ricorda: «Tra le spese oggetto di rimborso anche il pagamento delle bollette di luce e gas».

Beneficiano dello sconto del 10% (recuperabile direttamente sul conto corrente) anche le spese detraibili come le visite mediche specialistiche e gli acquisti di medicinali in farmacia. Stando al testo della norma che ha introdotto il cashback, restano esclusi soltanto i pagamenti online e quelli fatti nell’esercizio di arte e impresa. Il che potrebbe rappresentare un’arma a doppio taglio. Finora, è stato fatto il possibile per evitare che il cittadino facesse le code agli sportelli per effettuare un pagamento, vista la comodità della soluzione online.

Ora, sembra si faccia marcia indietro: a stare a guardare, se si paga la bolletta online non si ha diritto al cashback. Se la si paga con la carta di credito allo sportello, invece, sì. Lo stesso vale per le tasse e i tributi, per l’abbonamento a Sky, ecc.

Conviene, infine, ricordare che il cashback prevede la restituzione del 10% di quanto speso con moneta elettronica fino a 150 euro. Per le operazioni di importo superiore, il tetto resta lo stesso, quindi si otterrà comunque uno sconto di 15 euro.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube