Cronaca | News

Covid: cosa si può fare il 24 dicembre

18 Dicembre 2020
Covid: cosa si può fare il 24 dicembre

La Vigilia di Natale scatta la zona rossa in tutta Italia, così come nei giorni festivi e prefestivi fino al 6 gennaio.

Sarà un 24 dicembre più casalingo che mai. Una Vigilia inedita: in lockdown. Questo significa, infatti, zona rossa. E la zona rossa nazionale scatterà dal primo minuto del 24 dicembre fino all’ultimo del 27 dicembre, dato che è domenica.

L’accordo trovato all’interno della maggioranza di Governo prevede, infatti, che nel periodo natalizio i giorni feriali (21, 22, 23, 28, 29, 30 dicembre e poi 4 gennaio) siano da zona arancione, i restanti festivi e prefestivi da zona rossa.

Che vuol dire in pratica? Che dal 21 dicembre al 6 gennaio non ci si può spostare dalla propria regione, se non per motivi di salute, lavoro, urgenza (bisognerà documentarlo con autocertificazione) o per raggiungere la propria residenza, domicilio o abitazione. Pertanto, chi studia o lavora in un’altra Regione e vuole tornare in quella di residenza lo può fare anche il 24 dicembre. Come sarebbe possibile, in astratto, ripartire il 25 dicembre per raggiungere la propria abitazione, quella in cui si vive per la maggior parte dell’anno anche se non vi si ha la residenza.

Il 24 dicembre non si può uscire di casa, se non per lavoro, salute o comprovata necessità. Tra queste, per esempio, può rientrare l’assistenza ad un parente malato, solo, anziano o non autosufficiente.

Ma anche andare a Messa, nel giorno della Vigilia di Natale, può essere percepita come una necessità e infatti è possibile farlo, purché muniti di autocertificazione, come tutte le volte che capiterà di uscire di casa nei giorni della zona rossa. Dato il limite del coprifuoco alle 22, le celebrazioni liturgiche si terranno tra le 18 e le 20.

Quelli dei regali all’ultimo minuto dovranno sbrigarsi: non potranno contare sulla Vigilia di Natale. La zona rossa prevede che i negozi siano chiusi, eccetto quelli di beni di prima necessità (alimentari, farmacie, edicole, tabacchi). Anche bar e ristoranti resteranno chiusi al pubblico, ma sarà possibile ordinare da asporto o a domicilio fino alle 22.

Se nel pomeriggio del 24 avete voglia di fare una passeggiata, non potrete esagerare: in zona rossa, si può restare solo nelle vicinanze della propria abitazione.

Quanto al cenone della Vigilia sono vietate le adunate per non creare assembramenti. Ma un paio di congiunti o di amici si potranno invitare, più eventuali bambini se hanno meno di 14 anni. Il nonno o la nonna che vivono soli, quindi, possono venire a cena a casa. Se non hanno la macchina o non la guidano più, li si dovrebbe anche poter andare a prendere, dato che passare la Vigilia insieme è legittimo.

Quello che non si può fare è recarsi dagli amici in un numero superiore a due, organizzare feste in casa o cenoni che prevedano un gran numero di persone a tavola, violando la regola dei due congiunti, amici o fidanzati e dei bambini o ragazzini under 14, che non fanno parte di questo conteggio.

Mettiamo il caso di due genitori di mezza età che vogliano invitare la figlia sposata, con il marito e i nipotini. Se i bambini hanno meno di 14 anni, indipendentemente da quanti sono, la coppia può invitare l’intera famiglia della figlia. Se, invece, questa ha anche solo un figlio over 14 non sarà possibile: si tratterebbe, infatti, di invitare 3 congiunti a casa, più del limite consentito dei 2.

Quindi che si fa? Si rinuncia al cenone della Vigilia insieme? Ma no. È fattibile il contrario, cioè che sia la figlia a invitare mamma e papà a casa. Così facendo si rispetta la regola e si salva il Natale. Entro le 22, però, tutti a casa, come prescrive il coprifuoco.

Tirando le somme, si può dire che la zona rossa di Natale è una zona rossa speciale. Oltre agli unici spostamenti generalmente ammessi (lavoro, salute, necessità) sono consentiti anche quelli per andare a casa dei parenti o degli amici, purché si rispetti la regola dei due invitati al massimo, si resti nella Regione di residenza e si porti l’autocertificazione.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

15 Commenti

  1. Vivo abitualmente in quella che è giuridicamente la seconda casa. Rientro presso il proprio domicilio/residenza/abitazione funziona se dalla seconda casa intendo spostarmi nella prima durante i giorni arancioni?

    1. Ti suggeriamo la lettura dei seguenti approfondimenti:
      -Natale: il testo integrale del decreto da scaricare https://www.laleggepertutti.it/452066_natale-il-testo-integrale-del-decreto-da-scaricare
      -Decreto Natale: chiarimenti del Governo sulle seconde case https://www.laleggepertutti.it/452046_decreto-natale-chiarimenti-del-governo-sulle-seconde-case
      -Pranzo di Natale: le regole e le combinazioni possibili https://www.laleggepertutti.it/451668_pranzo-di-natale-le-regole-e-le-combinazioni-possibili

  2. Buongiorno, il premier ieri ha parlato di controllo sullo spostamento e non sul numero di persone a casa, quindi se a raggiungere i nonni sono 2 nuclei familiari distinti entrambi formati da 2 persone, arrivando ad essere a casa dei nonni 2 persone residenti + 4 non residenti, è consentito?

    1. A tavola, per la cena della Vigilia, per il pranzo di Natale e per quello di Capodanno, potranno sedere il nucleo familiare convivente, due congiunti stretti non conviventi o due amici non conviventi, o il fidanzato o la fidanzata e quanti bambini e ragazzini ci siano in famiglia al di sotto dei 14 anni.

    2. Puoi leggere il nostro articolo Nuovo decreto: Conte conferma la stretta nelle festività https://www.laleggepertutti.it/451868_nuovo-decreto-conte-conferma-la-stretta-nelle-festivita. Se vuoi dei dettagli su che cosa si può fare il giorno di Natale, leggi Covid: cosa si può fare il 25 dicembre https://www.laleggepertutti.it/451784_covid-cosa-si-puo-fare-il-25-dicembre. Se vuoi i dettagli su cosa si può fare per la cena della Vigilia o il pranzo di Natale o di Capodanno, leggi Pranzo di Natale, le regole e le combinazioni possibili https://www.laleggepertutti.it/451668_pranzo-di-natale-le-regole-e-le-combinazioni-possibili

  3. Buona sera

    Io il 31 Dicembre vorrei raggiungere l’abitazione di una coppia di amici conviventi per trascorrere con loro il capodanno. Saremmo quindi solo in 3 in quell’abitazione.
    Domanda: posso, con l’autocertificazione, far ritorno a casa prima delle 7.00 del giorno dopo (cioè dell’1 gennaio) senza incorrere in una multa?

    Grazie

  4. Io il 31 Dicembre vorrei raggiungere (con la mia compagna) l’abitazione di una coppia di parenti per trascorrere con loro il capodanno. Saremmo quindi solo in 4 in quell’abitazione.
    Dal momento che il DPCM “Natale” fa riferimento a DPCM precedenti in cui si precisa che è sempre permesso il ritorno alla propria residenza, potremo rientrare (con autocertificazione) ad esempio alle 3.00 del giorno dopo (cioè dell’1 gennaio) senza incorrere in una multa?

    Grazie

    1. Per ulteriori informazioni leggi:
      -Natale: il testo integrale del decreto da scaricare https://www.laleggepertutti.it/452066_natale-il-testo-integrale-del-decreto-da-scaricare
      -Natale: si può passare con il fidanzato non convivente? https://www.laleggepertutti.it/451946_natale-si-puo-passare-con-il-fidanzato-non-convivente
      -Decreto Natale: chiarimenti del Governo sulle seconde case https://www.laleggepertutti.it/452046_decreto-natale-chiarimenti-del-governo-sulle-seconde-case

      1. chiedo scusa ma io mi ero già letto questi articoli e non ho trovato una risposta specifica alla mia domanda.
        E’ possibile avere come risposta un semplice si o no?

        Grazie

  5. Quindi se voglio restare a dormire dai suoceri e tornare al mio domicilio il giorno dopo non è possibile?

    1. È sempre consentito il ritorno alla residenza ma non nell’orario del coprifuoco. Come precisato nelle Faq del Governo, nei giorni festivi e prefestivi (24, 25, 26, 27 e 31 dicembre e 1°, 2, 3, 5 e 6 gennaio) sarà possibile, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, anche verso altri Comuni, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione, tra le 5 e le 22 e nel limite massimo di due persone. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono. Per quanto riguarda gli spostamenti, solo nei giorni arancioni sarà possibile uscire dal territorio dei Comuni sotto i 5.000 abitanti entro un raggio di 30 chilometri. Tuttavia, sarà vietato recarsi nei Comuni capoluogo di provincia, anche se si trovano nel raggio dei 30 chilometri.

  6. il DPCM dice : consentito l’asporto fino alle 22.. quindi il 24 posso raggiungere il ristorante (comune limitrofo, 7 km distante) per ritirare la cena da asporto???

  7. salve,
    leggendo le faq del governo vedo questa domanda con questa risposta:

    Dopo l’approvazione del cosiddetto “decreto Natale” (decreto-legge 18 dicembre 2020, n. 172), sarà ancora possibile, dal 24 dicembre al 6 gennaio, tornare alla propria residenza, domicilio o abitazione, se per qualche motivo ci si trova in un’altra Regione?
    Sì, il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione è sempre un motivo legittimo di spostamento.

    questo vuol dire che se sto tornando a casa dopo le 22 è possibile farlo giusto?

    1. Il rientro a casa dopo essere andati a trovare amici o parenti deve sempre avvenire tra le 5.00 e le 22.00 (il 1° gennaio 2021 tra le 7.00 e le 22.00), sia nei giorni “rossi” che in quelli “arancioni”. I motivi che giustificano gli spostamenti tra le 22.00 e le 5.00 restano esclusivamente quelli di lavoro, necessità o salute.

      1. Non c’è scritto da nessuna parte questa cosa….solo nelle FAQ del ministero e non nel decreto.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube