Superbonus 110%: arriva la proroga

19 Dicembre 2020 | Autore:
Superbonus 110%: arriva la proroga

Un emendamento alla manovra che arriverà lunedì in Aula alla Camera prolunga i termini della maxi-detrazione per altri due anni.

Dopo tanti annunci e qualche incertezza, è ormai quasi fatta: il superbonus del 110% sui lavori di miglioramento energetico e per l’adeguamento antisismico degli edifici verrà prorogato fino al 2023. Significa che sarà possibile fruire della maxi-detrazione che consente di ristrutturare il proprio immobile gratis a certe condizioni per altri due anni. Nella versione attuale, infatti, il termine per effettuare i pagamenti e, quindi, per beneficiare dell’agevolazione era fissato per il 31 dicembre 2021. La proroga rientra nella manovra di Bilancio che lunedì dovrebbe arrivare in Aula alla Camera per l’approvazione definitiva.

La norma che prolunga il superbonus costerà alle casse dello Stato 5 miliardi di euro, un quarto dei 20 miliardi di sforamento che il Governo chiederà a gennaio. «Sul superbonus – commenta il capo politico del Movimento 5 Stelle, Vito Crimi – la nostra posizione è di prorogarlo il più possibile, e mi sembra ci sia condivisione anche del Pd. Questa è la più importante misura di rilancio economico degli ultimi anni».

Va ricordato che la regola per accedere alla detrazione del 110% (o per lo sconto in fattura o la cessione de credito d’imposta per il valore degli interventi effettuati) prevede che i lavori vengano pagati entro la scadenza stabilita, indipendentemente dal fatto che siano iniziati prima o che finiscano più tardi. Ad oggi, dunque, è possibile avere il superbonus sui pagamenti effettuati entro il 31 dicembre 2021. Con l’approvazione della manovra, però, la data verrà spostata al 2023.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube