La manovra in Aula: tutte le novità

21 Dicembre 2020 | Autore:
La manovra in Aula: tutte le novità

Il testo domani alla Camera. Dall’accesso alla pensione alla cassa per gli autonomi, dagli incentivi auto al superbonus fino al cellulare gratis.

Arriverà domani in Aula alla Camera, e non oggi come previsto, il testo della manovra 2021 approvato nella tarda serata di ieri dalla Commissione Bilancio, che ha dato il via libera a ben 320 emendamenti. Ecco le novità più importanti sulla quale i deputati sono chiamati a votare in tempi strettissimi.

Viene introdotta fino al 2023 una misura sperimentale che interessa i lavoratori autonomi con partita Iva iscritti alla gestione separata dell’Inps. Si tratta della nuova cassa integrazione (Iscro) che consiste in un sostegno al reddito per sei mesi da un minimo di 250 euro ad un massimo di 800 euro mensili. Inoltre, le partite Iva ed i professionisti più colpiti dall’emergenza Covid saranno esonerati di minimali contributivi per un anno.

Al Sud, l’esonero contributivo del 30% previsto per i lavori dipendenti del settore privato rimane fino al 2029, dopodiché servirà l’autorizzazione dell’Unione europea.

Capitolo previdenza: prevista la nona salvaguardia per gli esodati, che interessa 2.400 lavoratori che dopo il 31 dicembre 20211 hanno maturato i requisiti per la pensione.

Sarà possibile utilizzare lo «scivolo» del contratto di espansione per agganciarsi alla pensione anticipata o di vecchiaia anche nelle aziende con almeno 250 dipendenti anziché con più di 500 dipendenti. I lavoratori che aderiscono a questa possibilità devono avere di fronte non più di 5 anni per arrivare alla pensione, oltre ad essere in possesso del requisito minimo.

Riformato l’assegno di ricollocazione e delle politiche attive. Potrà essere usato anche dai lavoratori in cassa integrazione o in Naspi e Discoll da oltre 4 mesi.

Ridimensionata rispetto alle previsioni (che parlavano del 2023) la proroga del superbonus 110%. Avrà accesso all’agevolazione, fino alla fine del 2022, chi al 30 giugno dello stesso anno avrà pagato almeno il 60% degli stati di avanzamento previsti. Altrimenti, il superbonus scade il 30 giugno 2022.

Nei primi sei mesi del 2021, nuovi incentivi per l’acquisto di auto green e di Euro 6 di ultima generazione, con la contestuale rottamazione di veicoli con almeno 10 anni. Sarà obbligatorio installare sulle autostrade delle colonnine elettriche per la ricarica delle auto elettriche almeno ogni 50 chilometri.

Rinviata al 1° gennaio 2022 la sugar tax, ovvero la tassa sugli zuccheri.

Viene modificato l’accesso ai finanziamenti agevolati per beni strumentali nell’ambito della Nuova Sabatini: i contributi potranno essere erogati sempre in una soluzione unica.

Non ci sarà l’Iva sul costo dei vaccini anti-Covid. Per la campagna di vaccinazione verranno assunti 3.000 medici e 12.000 infermieri.

Bocciato per appena due voti l’emendamento sulla legalizzazione della cannabis light, mentre raddoppiano i fondi per quella terapeutica.

Via libera al pacchetto turismo: esenzione della prima rata Imu del 2021, estesa al settore dello spettacolo, e proroga al 30 aprile 2021 del bonus sugli affitti degli immobili di imprese turistiche ricettive e anche di agenzie di viaggio e tour operator.

Aumenta a 16mila euro il tetto per il bonus mobili. La detrazione resta, comunque, del 50% delle spese documentate per l’acquisto di mobili in occasione di una ristrutturazione immobiliare.

Previsto un congedo di paternità per i lavoratori di 10 giorni dalla data di nascita del figlio.

Creazione di un fondo per sostenere l’affitto degli studenti fuorisede con Isee inferiore a 20mila euro. Stessa soglia di Isee per ottenere per un anno un cellulare in comodato d’uso connesso a Internet, con l’app IO e con un abbonamento a due organi di stampa.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube