Superbonus 110%: le novità sulla proroga annacquata

21 Dicembre 2020 | Autore:
Superbonus 110%: le novità sulla proroga annacquata

Niente prolungamento fino al 2023 (ad eccezione degli immobili Iacp): l’agevolazione si ferma al 2022. Ma ci sono altri interventi riconosciuti.

Si era parlato di portarla fino al 2023. Invece, la proroga del superbonus 110% sui lavori di efficientamento energetico degli edifici, il cui termine è previsto attualmente al 31 dicembre 2021, si ferma al 30 giugno 2022. Tuttavia, chi entro quella data avrà effettuato almeno il 60% degli stati di avanzamento potrà detrarre le spese sostenute fino alla fine di quell’anno. Ma si potrà utilizzare il credito d’imposta in quattro anni anziché in cinque. Significa che chi sceglie l’opzione della maxi-detrazione fiscale nella dichiarazione dei redditi può recuperare i soldi in 48 mesi anziché in 60 mesi.

C’è, ad ogni modo, una proroga piena a tutto il 2022 per gli interventi sugli immobili Iacp, cioè dell’Istituto case popolari. In questo caso, si potrà arrivare al 30 giugno 2023 se entro la fine del 2022 saranno stati effettuati gli interventi per almeno il 60%.

La manovra prevede anche l’ampliamento del superbonus alla coibentazione del tetto senza limiti sulla superficie disperdente al solo sottotetto. Per quanto riguarda la definizione di unità immobiliare indipendente, è possibile accedere all’agevolazione anche quando è dotata di almeno uno degli immobili di proprietà esclusiva tra l’impianto di approvvigionamento dell’acqua, quello del gas e quello dell’energia elettrica, oltre all’impianto di climatizzazione invernale. La novità riguarda il fatto che, ad oggi, questi tre impianti dovevano coesistere per avere diritto al superbonus.

Il 110% interviene anche sugli edifici privi di attestato di prestazione energetica perché sprovvisti di copertura, di uno o più muri perimetrali, purché venga raggiunta la classe energetica A.

Novità anche sulle colonnine di ricarica: questo intervento rientrerà nel superbonus solo se legato ad uno degli interventi trainanti entro questi limiti di spesa:

  • 2.000 euro per edifici unifamiliari i funzionalmente indipendenti;
  • 1.500 euro per edifici plurifamiliari o condomini che installano fino a 8 colonnine;
  • 1.200 euro per condomini che installano più di 8 colonnine.

Ammessi al superbonus i proprietari unici di interi edifici con più unità accatastate diversamente (fino a un massimo di quattro) ed i lavori di superamento delle barriere architettoniche per disabili ed over 65.

In condominio, saranno valide le delibere dell’assemblea approvate con la maggioranza dei presenti che rappresenti almeno un terzo dei millesimi per attribuire solo ad alcuni condòmini l’intera spesa, sempre che questi ultimi siano d’accordo.

Sarà obbligatorio esporre nel cantiere un cartello con la scritta «Accesso agli incentivi statali previsti dalla legge 17 luglio 2020 n. 77, Superbonus 110%, per interventi di efficienza energetica e/o interventi antisismici».

Infine, per quanto riguarda i professionisti che rilasciano asseverazioni o attestazioni, la polizza assicurativa dovrà prevedere un massimale di almeno 500mila euro per il rischio di asseverazione e per garantire sia l’ultrattività di almeno 5 anni in caso di cessazione dell’attività, sia la retroattività di almeno 5 anni sulle asseverazioni precedentemente effettuate.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube