Variante Covid: l’allarme sul contagio dei bambini

23 Dicembre 2020
Variante Covid: l’allarme sul contagio dei bambini

Sulla mutazione proveniente dall’Inghilterra sono ancora in corso analisi per saperne di più. Una delle ipotesi è che la trasmissione aumenti nei giovani.

La variante del Coronavirus che arriva dalla Gran Bretagna sembra essere più contagiosa in particolare in bambini e ragazzi. Il che non vuol dire necessariamente anche più aggressiva.

Ma il dato preoccupa. Perché, come ha sottolineato Mark Harris, virologo dell’Università di Leeds, «se si sta davvero replicando o crescendo meglio nei bambini, potrebbe avere un effetto a catena sulla diffusione del virus nell’intera popolazione britannica».

Non è ancora una certezza, solo un’ipotesi: si stanno portando avanti tutti gli accertamenti necessari per capire se l’allarme è fondato o meno. Il possibile effetto a catena sulla trasmissione del virus deriva, per esempio, dal fatto che spesso bambini e giovani in genere, fanno più fatica a seguire le precauzioni anti-Covid.

Non solo: per esempio, i piccoli sotto i 6 anni non devono portare la mascherina a scuola, il che indurrebbe a riflessioni, se fosse confermata la maggior trasmissibilità nei bambini. Gli stessi soggetti che, finora, sembravano essere meno colpiti dal virus.

Al momento, la nuova variante Covid è registrata nel 62% dei casi londinesi, ha spiegato il virologo Fabrizio Pregliasco in un’intervista a Repubblica.

«I virus mutano sempre, è il principio darwiniano di selezione – ha dichiarato Pregliasco -. Certo, il Covid è un virus a Rna e la maggiore contagiosità tra i giovani lo renderebbe più simile all’influenza, che, come ormai sappiamo, si diffonde di più tra i bambini». Non significa che sarebbe anche meno «violento», ha aggiunto Pregliasco: «Su questo non è possibile fare ipotesi. Al momento, contagi tra i più giovani a parte, le sue caratteristiche sembrano uguali, per cui resta molto pericoloso».

Intanto neanche il tempo di familiarizzare con la variante inglese che ne esce fuori un’altra: quella sudafricana. È notizia di queste ore. In Sudafrica è stata isolata un’altra variante del Coronavirus, simile a quella britannica, in termini di maggior contagiosità. Si chiama 501.V2. Il Regno Unito ha già sospeso i voli in entrata da questo Paese, dopo aver rilevato la mutazione in due sudafricani appena atterrati.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube